Proverbi Calabresi

I proverbi e le espressioni locali, comunementi usati nel linguaggio quotidiano di ogni calabrese, segnalate alla nostra email: redazione@calabresi.net.

 

Proverbio in dialetto calabrese

Commento in italiano

Segnalato da:

Data

Diciami a chine si figliu, e ti dicu chine si.

Dimmi chi è tuo padre, e ti dirò chi sei.

Mariafrancesca Garritano

23.09.2006

U gobbu a menzu a via non si guardava u imbu c’avia. Il gobbo nella via, guardava la gobba degli altri, ma non la sua Natascia 18.12.2006

Spagnati du riccu mpovirutu e du poviru arriccutu.

Non ti fidare mai del ricco impoverito e del povero arricchito.
Natascia 18.12.2006

Fu a rigina chi eppi bisognu da vicina.

E anche la regina ebbe bisogno della vicina. Natascia 18.12.2006

A squajjatina a nivi i partusa nescinu o largu.

Diradate le nebbie viene a galla il vero.
Natascia 18.12.2006

Petra disprezzata è cantunera i Cresia.

La pietra disprezzata dai costruttori, diventa capo d’angolo di Chiesa
Natascia 18.12.2006

Pratica cu ccu hai di praticari e ai meju toi fanci i spisi.

Frquenta chi è giusto frequentare e sìì generoso con le persone per bene Natascia 18.12.2006

A quartara tantu vaci all’acqua fina ca si ruppi.

Tante volte si porta il contenitore a prendere l’acqua che prima o poi si rompe. Natascia 18.12.2006

I guai da pignata i sapi a cucchiara chi mania.

I guai della pignatta li conosce il cucchiaio che li mescola. Natascia 18.12.2006
Cu zappa mbivi all’acqua, cu futti mbivi a gutti. L’uomo che lavora beve acqua, mentre l’uomo che ruba beve vino. Andria 02.01.2007
U sazziu non canusci u diunu L’uomo sazio non conosce il digiuno Andria 02.01.2007
Quandu chjovi ad agustu si faci ogghju vinu e mustu Quando piove nel mese di agosto si produce olio vino e mosto Andria 02.01.2007
Poveru zappaturi, zappa zappa, dinari nto stuìa-ùcca nond’attacca Il povero zappatore, lavora lavora, ma ma sempre povero rimane. Andria 02.01.2007
Cu non zappa tostu e duru veni giugnu e su zippa ‘nto culu Chi non zappa il terreno duro, all’arrivo del mese di giungo non raccoglie nessun frutto Andria 02.01.2007
U ciucciu si mangia a pagghja ca si ricorda i quandu era ierba L’asino mangia la paglia perchè si ricorda che è stata erba. Andria 02.01.2007
L’erba du vicino è sempri chju virdi L’erba del vicino è sempre più verde Andria 02.01.2007
L’omu in ozio è patruni di vizzii L’uomo in ozio è il padrone dei vizi Andria 02.01.2007
Meghiu tua mamma mu ti ciangi ca lu suli di marzu mu ti tingi
Meglio che tua madre ti pianga che il sole di marzo ti tinga Rosario Audino 09.02.2007

U cani chi abbaia assai muzzica pocu

Il cane che tanto abbaia morde poco Rosario Audino 09.02.2007
Quandu unu disprezza voli u ccatta
L’uomo che tanto disprezza, vuole comprare Rosario Audino 09.02.2007
Fa mali e uardati fa beni e scordati
Fai del male e guardati, fai del bene e dimenticatene Rosario Audino 09.02.2007
I sordi fannu u siveni a vista puru i lorbi
Il denaro fa riacquistare la vista anche ai ciechi Rosario Audino 09.02.2007
Qandu l’amuri voli trova locu
Quando l’amore vuole, trova posto. Rosario Audino 09.02.2007
Quandu cantanu i cicali curri curri a li ficari
Quando cantano le cicale, corri a raccogliere i frutti del fico Rosario Audino 09.02.2007
Meghiu l’ovu oie ca domani a gallina
Meglio l’uovo oggi che la gallina domani Rosario Audino 09.02.2007
Quandu u gattu narriva u lardu dici ca puzza
Quando il gatto non arriva, il lardo puzza Rosario Audino 09.02.2007
Lomu gelusu mori cornutu
L’uomo geloso muore cornuto.
Rosario Audino
09.02.2007
N’amicu ‘nta chiazza vali chiu i 100 ducati nta sacca Un amico in piazza vale pià di 100 ducati in tasca Rosario Audino 12.02.2007
Qandu u diavulu taccarizza voli l’anima Qando il diavolo ti accarezza vuole l’anima Rosario Audino 12.02.2007
U bonu signu si vidi da matina Il buon segno si vede dal mattino Rosario Audino 12.02.2007
Cui dassa a strata vecchia pa nova o ‘mperra o ‘nchiova Chi lascia la strada vecchia per la nuova o affera o inchioda
Rosario Audino 12.02.2007
Vecchi poveri e malati sunnu sempi assulicati Anziani, poveri e malati sono sempre sono sempre soli e mai aiutati
Rosario Audino 12.02.2007

Sulu, sulu mi vighiu a lu schianara,quandu cacciu li pitti ognunu
vena.

Solo,solo sono a impastare,quando tolgo il pane tutti vengono.

Domenico Gullà 10.12.2007

Trovamu u pettinu quandu ndi cadunu i capiddi

Troviamo il pettine  smarrito, quando perdiamo i capelli.

Silvio

02.01.2008

Non ci minare o cani quandu non canusci
u patruni

Non mal trattare il cane quando non riconosce il padrone

Silvio

02.01.2008

Cunta u muru chi staci cadendu u saggiu no si appoggia

Il saggio non si appoggia sul muro noto che sta cedendo.

Silvio 02.01.2008

Non tutti i carcerati sunnu colpevoli, non tutti i colpevoli sunnu carcerati

Non tutti i detenuti sono colpevoli, non tutti i colpevoli sono in carcere.

Bruno Salvatore Lucisano

08.09.2009

Cu campa i luci riflessa, quandu si stuta a luci rresta fessa.

Chi vive di luce riflessa, quando questa si spegne si resta fessi.

Bruno Salvatore Lucisano

08.09.2009
A musca ‘e cosenza, comu opera penza… Ognuno crede che gli altri pensino e agiscano come lui! Mirko 27.09.2009
Cu’ ‘rriva pe’ primu màcina o’ mulinu. Chi giunge per primo macina al mulino Domenico Caruso 27.09.2009
Mègghju testa di sardina ca cuda ‘i piscicani. Meglio testa di sardina anziché coda di pescecane Domenico Caruso 27.09.2009
‘Na sula vota passa ‘u santu. Il santo passa una sola volta Domenico Caruso 27.09.2009
Cu’ servi di cori ‘n galera mori. Chi serve generosamente muore in galera Domenico Caruso 27.09.2009
L’omu onestu mori ‘mpisu. L’onesto muore impiccato Domenico Caruso 27.09.2009
       

22 Comments

  1. toni
    cu di speranza campa disperatu mori
  2. toni
    cu di speranza campa disperatu mori
  3. Calabrese
    [b]Quando vai a quartara o puzzu si rumpi manici e mussu. Traduzione= Quando va la quartara al pozzo si rompe manici e muso.[/b]
  4. Calabrese
    [b]Quando vai a quartara o puzzu si rumpi manici e mussu. Traduzione= Quando va la quartara al pozzo si rompe manici e muso.[/b]
  5. Calabrese
    [b]Palumba, Palumbedda ru mussu pari bedda. Traduzione= Colomba, colombina dal muso sembra carina[/b]
  6. Calabrese
    [b]Palumba, Palumbedda ru mussu pari bedda. Traduzione= Colomba, colombina dal muso sembra carina[/b]
  7. Previti, monaci e sbirri. <br />Non ti mentiri cu' idi, ca la sgarri = Preti , monaci e sbirri. Non metterti contro di loro, che avrai la peggio.
  8. Previti, monaci e sbirri. <br />Non ti mentiri cu' idi, ca la sgarri = Preti , monaci e sbirri. Non metterti contro di loro, che avrai la peggio.
  9. valerio
    quandu lu ciucciu no vole mu mbivi, avogghia mu fischi= quando l'asino non vuole bere, perdi tempo ad incoraggiarlo
  10. valerio
    quandu lu ciucciu no vole mu mbivi, avogghia mu fischi= quando l'asino non vuole bere, perdi tempo ad incoraggiarlo
  11. Ramon
    Calabrisi e muli non pisciano mai suli
  12. Ramon
    Calabrisi e muli non pisciano mai suli
  13. Antonio81
    Cu pi sordi na brutta si pighia, i sordi sin 'di vannu e u cori squaghia = Chi per Soldi si sposa una brutta, i soldi finiscono e il matrimonio va male.
  14. Antonio81
    Cu pi sordi na brutta si pighia, i sordi sin 'di vannu e u cori squaghia = Chi per Soldi si sposa una brutta, i soldi finiscono e il matrimonio va male.
  15. Antonio81
    Cu faci a ligna nto sdirrupu, va cercandu a cu mi cià menti o chianu = Chi raccoglie la legna in posti discoscesi poi cerca a chi gliela porti in pianura.
  16. Antonio81
    Cu faci a ligna nto sdirrupu, va cercandu a cu mi cià menti o chianu = Chi raccoglie la legna in posti discoscesi poi cerca a chi gliela porti in pianura.
  17. Antonio81
    Petra chi non faci lippu sa leva a fiumara = La pietra che non fa il muschio verde sopra se la porta via il fiume in piena.
  18. Antonio81
    Petra chi non faci lippu sa leva a fiumara = La pietra che non fa il muschio verde sopra se la porta via il fiume in piena.
  19. fabrizio Gallo
    <strong>u porcu</strong><br />l'acqua vuglia e u porcu è ara muntagna l'acqua bolle ed il porco è alla montagna
  20. Mirko
    <strong>La mosca</strong><br />A musca 'e cosenza, comu opera penza...<br />ognuno crede che gli altri pensino e agiscano come lui!
  21. Domenico Caruso
    <strong>Proverbi calabresi</strong><br />Cu' 'rriva pe' primu màcina o' mulinu.<br />(Chi giunge per primo macina al mulino)<br /><br />Mègghju testa di sardina ca cuda 'i piscicani.<br />(Meglio testa di sardina anziché coda di pescecane)<br /><br />'Na sula vota passa 'u santu.<br />(Il santo passa una sola volta)<br /><br />Cu' servi di cori 'n galera mori.<br />(Chi serve generosamente muore in galera)<br /><br />L'omu onestu mori 'mpisu.<br />(L'onesto muore impiccato)<br /><br />Domenico Caruso da S. Martino di Taurianova (Reggio Cal.)
  22. roddylio
    <strong>proverbi</strong><br />quandu canta la cicala fuja fuja ara ficara

Lascia un commento