LETTERA APERTA A MONTI

Visita anche il nostro sito: www.frantoionline.it
Messaggio Promozionale
DI MARIA LOMBARDO

Esimio PROFESSORE
Sono una giovane donna calabrese una di quelle fronde della gioventù che ad oggi ha dovuto subire la disoccupazione malgrado il possesso di una laurea che se non altro avrebbe dovuto aprire nuovi sbocchi e nuove prospettive. La delusione di vedere oltre al danno la beffa, oggi mi ha spinto ad indirizzarle queste semplici parole, le scrivo per livore di Patria proprio perchè i fallimenti parlamentari degli ultimi tempi ed infine la nascita di questo suo Governo tecnico composto da dotti Bocconiani mi ha indotto a riflettere ed a chiedermi che fine faremo?. 

Vuole spiegare a me ed ai tanti italiani che non hanno capito chi sono questi Bocconiani? e quale marcia in più posseggono? Avendo voluto creare questo Governo del Nord che a conti fatti non ha fatto altro che rincarare la dose sui problemi .

Sinceramente a mio avviso non servirebbero questi ministri professori per gettare questo Stato già claudicante in siffatta situazione. Quello che ho potuto constatare è quello che l’intero popolo continua a subire il lauto sopruso della parola “sacrifici”IO NON SONO DISPOSTA A COMPIERNE ALTRI ,la medesima parola che il ministro Fornero ha pronunciato in lacrime sfoggiando una scintillante parure di oro in bella vista probabilmente acquistata con i proventi della carica di professore e non di ministro, che sconsolazione!che delusione! Che esempio sta per infliggere il Suo Governo Bocconiano. Mi lasci sfogare perchè al popolo dopo questa tornata di rincari non resteranno gli occhi per piangere usando le parole che il compianto e dimenticato Francesco II di Borbone usò quando subentrò lo scempio del Governo del Nord Sabaudo, il primo vero flop che la storia ha da denunciare dopo 150 anni di Unità.

Nelle sue parole che rimbalzano su tutti media io vedo e sento sempre la stessa solfa usando sempre e comunque quel tono da “professore” e che si rivolge al popolo come se fossimo dei monelli da sculacciare ritoccando di là e ritoccando di qua sulle pensioni di un popolo che già rasenta l’indigenza. Probabilmente ne Lei e né i suoi Bocconiani avete provato il problema di sbarcare il lunario di vivere nelle più difficili situazioni possedendo una pensione minima e viverci in 5 persone, Lei lo sa che in Italia ci sono queste situazioni, probabilmente no …. non sono per nulla problemi che la toccano in prima persona, vede io penso a questi casi penso a chi dovrà lavorare di più per raggiungere la pensione penso anche a tutte quelle giovani menti “Bocconiane” sparse in Italia e che non vedono prospettive future.

Sono infastidita, demoralizzata, per alcuni tratti questa precarietà mi preoccupa clamorosamente nel vedere il solito tram tram quotidiano di giornali ed affini che annunciano alla gente già vessata quali sono i progetti salva “itaglia” che sta attuando attraverso l’ausilio di queste grandi menti Bocconiane. Probabilmente Lei vuole insegnare che bisogna andare alla Bocconi per imparare ad aumentare le tasse a questo sventurato popolo ma in quali mani siamo andati a finire “ DALLA PADELLA ALLA BRACE”.

A provato a pensare solo per un attimo osservando non il grado di salute dello Stato, ma come sono costretti a vivere molti italiani, a questo nuovo rincaro dei carburanti Lei vuole costringerci a tornare al somarello come negli anni 50′ ….vi sono delle famiglie che non possono e non devono fare a meno del mezzo veicolare di proprietà sia perchè vivono in zone dove manco a pagarlo passa un mezzo pubblico, i lavoratori le famiglie in cui è presente o un anziano o un disabile …non si può fare a meno in questi casi dell’auto e la BENZINA E’ DIVENUTO ORMAI UN BENE DI LUSSO.

Prima di tutto avrebbe dovuto provvedere a rinsaldare la voce lavoro …MA SE LAVORO NON NE ESISTE COME VUOLE RIMPINGUARE LE CASSE DELLO STATO? COME CRESCERA’ QUESTO PAESE SE VOI DATE I SOLDI E POI CON ESPEDIENTI SALVA “ITAGLIA” VE LI RIPRENDETE.

Misteri solo misteri a cui non c’è spiegazione e nemmeno queste menti Bocconiane ( non capisco se è una pregio o un difetto) potranno risolvere.

Brigantessa Maria Lombardo Calabria Ultra ex Regno delle Due Sicilie.

1 Comment

  1. Giovanni

    riflessione
    Sono un semplice cittadino e lavoratore per lo Stato e per l’Italia, ultimamente sopraffatto da un immane senso di…chiusura e contrizione economica e finanziaria, e morale: crisi, debito pubblico, tasse, mutuo, spese varie per se e la famiglia, disagio per la poca curanza della politica (se esiste ancora)! Si è aperto uno spiraglio di soluzione dopo anni, di manovre piani finanziari, leggi, e politica inconcludente, vana e fallace, con il Professore Mario Monti, pragmatico, deciso, tecnico e un non politico, capace e un padre!
    capace e un padre! Lasciamolo lavorare.
    Vorrei però sottoporgli ed agli economisti e che lavorano con lui (e anche a noi)una riflessione: tra le tante cose che si potevano fare, forse si poteva inserire con un decreto o altro un semplice, contributo di € 10,00 pro capite da versare alla posta in c/c, per ogni residente in Italia, o meglio cittadino italiano, dato che è in corso d’opera il c.d. “censimento” , € 1000 e/o impresa per ogni persona giuridica operante sul suolo italiano,e risolvere qualche problemino in più e forse con meno sacrifici!
    Facciamo qualche conticino e vediamo se ci sarebbe stato un pareggio di bilancio un pò prima, con meno spese e sacrifici per tutti; o come si dice non sempre per i soliti e i più deboli, e più equo (correggetemi se mi sbaglio). Forse avendo anche qualche soldino, o meglio euro: per la ricerca, il lavoro, lo sviluppo ed il sociale, oltre che per la famiglia su cui la ns Repubblica si fonda? Spero che giri e gli arrivi. Grazie Presidente, o Professore..sono con te!

Lascia un commento