Poesia: Desiderio estremo

Visita anche il nostro sito: www.receptionitaly.com
Messaggio Promozionale

  Desiderio estremo

Signore, fa’ che muoia qui sul letto,
la sposa accanto e l’adorata prole;
ancora gli occhi fissi al Tuo cospetto
un lieto giorno in cui rifulge il sole.

La Santa Madre che mi stringa al petto
in un effluvio di rose e viole;
nonna Nunziata giunga con affetto
dal loco eterno di chi creder suole.

Quando la salma nella bara giace
la libertà lo spirito conquista
che sulla Terra perseguire è vano.

E finalmente l’agognata pace,
or che la gente mia si rattrista,
goder potrò come umile cristiano.

Domenico Caruso
S. Martino di Taurianova (R.C.)

Nessun commento ancora

Lascia un commento