Racconto: Cambiar Vita – Capitolo 32

di Raffaele Fameli
 Capitolo 32

Quando, nel mondo dei cartoni animati, Cip ed Henry ripresero conoscenza si trovarono chiusi in una stanza senza finestre. Solo una porta chiusa a chiave. Per primo, dallo stordimento, si svegliò Henry, il quale appena si ricordò di quello che era accaduto tentò di svegliare Cip che era ancora svenuto: “Cip! Cip! Rispondimi! Oh mamma mia! Dove siamo? Cip! Per l’amor del cielo svegliati!”. Ci vollero più di cinque minuti per svegliarlo, ma poi, riprese conoscenza, e vedendo Henry disse: “Cosa è successo?? Dove siamo??”

 Henry gli disse che non lo sapeva, e tentava di trovare un interruttore (come se ce ne fossero stati), per accendere la luce, ma guarda caso, non ne trovò. La luce proveniva da una finestrella in alto. “Cip! Credo che siamo stati rapiti! Conosci quei due scoiattoli che ci hanno malmenato?” Cip, come svegliandosi di soprassalto da un incubo, si girò verso Henry e disse: “Mio Dio!! Mac e Tosh!! Certo!! Sono stati loro!! E tu perché gli hai aperto la porta???” Disse il poveretto arrabbiandosi con Henry in modo ingiustificato, spingendolo. “Ma Cip! Io non sapevo che non li dovevo fare entrare, e poi chi li conosce! Quando ho aperto la porta c’è ne era solo uno!” Si giustificò al meglio Henry. “E’ vero!! Amico mio!! Scusami tanto!! Credevo te lo avessi detto!! Sono i nostri nemici per eccellenza!! Ciop una volta era andato al di la del confine, e quei due lo hanno preso in giro in un modo talmente vergognoso, tanto che ritornò a casa piangendo!! Io mi informai da Topolino su chi fossero, e lui mi disse di stare alla larga da quei due!! Io non so chi sono!! Ma sono certo che dietro tutto questo c’è lo zampino di quel coniglio!! Quello che cercava di farti del male!! E il bello è che è tutta colpa mia!!" Henry sentendo questo disse: “No ! Tu non hai colpa! Ciap aveva ragione! Siamo veramente in pericolo, però dobbiamo cercare di uscire da qui, altrimenti non so cosa ci può capitare. Bugs Bunny è molto malvagio!” “E MOOOLTO PERICOOOLOSOOOO!! TANTO CHE VI VUOLE MORTI!!!!” Disse uno di quelli scoiattoli, aprendo la porta e l’altro completando il pensiero del primo: “TUTTI E DUE !!!!”. “Chi siete?? Cosa volete da noi???!!!!” Gridò Cip che non riusciva a vederli bene a causa della luce che proveniva dalla porta aperta, abbagliandolo. “Noi vogliamo solo DIVERTIRCI!!! E’ vero Tosh??” E quello rispose: “Verissimo fratello!! E’ ORA CHE I DUE RODITORI CI FACCIANO DIVERTIRE!!! E ANCHE BUGS LO VUOLE HAHAHAHAHA!!!”. I poveretti non sapevano cosa volessero fare, e non avevano la più pallida idea della pericolosità della situazione in cui si erano cacciati. Cip prendendo la parola disse ai suoi carcerieri: “Cosa avete intenzione di farci?? Cosa vi abbiamo fatto di male?? Non vedete che siamo spaventati?? Lasciateci liberi!!” “E NO CARI !!! Prima dovete incontrare il superiore, e poi…” “MORIRETE!!! DEVE ANCORA ARRIVARE LA PARTE PIU’ BELLA!!! HAHAHAHAHA!!!!” Dissero Mac e Tosh, ridendo come dei matti.

In un luogo distante, Topolino, era partito per andare alla ricerca di Benam. Sapeva che il viaggio sarebbe stato molto pericoloso, ma l’impavido topo non si diede per vinto, e superò facendo molta attenzione a non incontrare nessuno ben quattro confini. Alla fine, si ritrovò nel mondo in cui viveva Benam. Lo trovò insieme a Pegasus e a Crystall, anche loro cavalieri dello zodiaco. Appena Benam vide topolino, gli andò incontro dicendo: “Topolino! Come mai da queste parti? E’ successo qualcosa nella tua dimensione?” Topolino spiegò al suo amico quello che era successo, e il cavaliere della Volpe capì che l’affare era molto serio, e quindi salutando gli altri cavalieri decise di partire con Topolino e così fecero.

Intanto Mac e Tosh, legarono le braccia ai nostri eroi, e li fecero uscire dalla loro prigione, naturalmente sfottendoli a più non posso, e dopo un po’ Tosh uscì (naturalmente ridendo come se volesse prendere per i fondelli i nostri amici), per andare a chiamare Bugs Bunny, lasciando Cip ed Henry in compagnia di Mac. Cip volle sapere dal suo persecutore, il motivo di tanto accanimento contro di loro, e il perché del rapimento di cui erano stati vittime, ma Mac rispose: “Non siamo stati noi a volervi rapire!!! Anche se ci abbiamo pensato MOOOOLTOOO spesso in questi anni!!! E’ stato Bugs a progettare tutto e noi ad eseguire!!! Ormai siete nei guai fino al collo!! HAHAHAHAHAH!!!” Rise sguaiatamente lo scoiattolo, tanto che Henry disse: “Cosa c’è da ridere in tutto questo? Ho sempre creduto che nel mondo dei cartoni animati, non ci fossero avanzi di galera e delinquenti, ma a quanto pare mi sbagliavo! Siete i personaggi più malvagi che abbia mai visto! Avevo ragione, quando davano in tv i cartoni della Warner Bros a cambiare canale!” Mac a questo punto smise di ridere come fulminato dalle parole di Henry e disse: “TU!!! SCOIATTOLO DELLA DISNEY!! COME FAI A CONOSCERE LA VERITA’?? NESSUNO TRANNE TOPOLINO DA VOI, E’ A CONOSCENZA DEL SEGRETO!!” Henry, si avvide di aver detto qualcosa di molto importante e continuò nel gioco: “Sono un essere umano! Ecco come faccio a sapere tutto! So moltissime cose sul vostro conto!” (Henry, in realtà, della Warner Bros ne sapeva ben poco, ma visto l’effetto che le sue parole avevano fatto su Mac, decise di andare avanti nel suo show.) “So tutto della Warner Bros e della Disney. Ho conosciuto una volta dei dirigenti sia della Warner che della Disney! Ho addirittura lavorato come disegnatore!” (Henry con le sue parole voleva impressionare Mac. Lui non aveva mai conosciuto nessun dirigente e tanto meno non era mai stato disegnatore, visto e considerato che a scuola il disegno artistico era l’unica materia a dargli problemi, pensate aveva come voto un bel 3.) “ESSERE UMANO!!!???!!! ESSERE UMANO E DISEGNATORE???!!!????!?!?!?! QUI DA NOI !!!!!! NOOOOOOOO!!!!! E’ ASSURDO!!!!! DEVO SUBITO RAGGIUNGERE TOSH E BUGS!!!! MAMMA MIA!!!!!! GUAIIIIIII IN VIIIIISTAAAA!!!” Gridando tutte queste bellissime cose, Mac uscì di corsa dalla tana, correndo come se avesse dietro un lupo affamato e chiudendo Cip ed Henry dentro a chiave. Cip domandò ad Henry se era vero tutto quello che aveva raccontato, e Henry ridendo disse no, e poi gli chiese perché lo scoiattolo era uscito fuori di corsa, e sembrava molto spaventato, quando aveva sentito tutte quelle cose, ma Henry non gli seppe dare una spiegazione.

Mac incontrò Tosh e Bugs quasi subito, e quelli, vedendolo arrivare così di fretta gli si avvicinarono e Bugs esclamò: “Mac!! Che faccia che hai!! Cosa è successo?? Forse sono fuggiti i due roditori??” Mac rispondendo molto affannato a causa della corsa appena fatta disse: “Roditori?? Ai il coraggio di definire uno di quelli roditore?? SIAMO NEI GUAI!!! L’AMICO DI CIP NON E’ UN RODITORE MA UN ESSERE UMANO!!! CONOSCE IL SEGRETO !!! SA TUTTO!!! E PER GIUNTA E’ UN DISEGNATORE !!!! CAPISCI !!!!!” Bugs, preso dallo stesso timore di Mac, rispose: “Gli esseri umani sono giunti fin qui!! Il nostro mondo è in pericolo!! Quello, con un colpo di matita potrebbe distruggerci in un baleno!!!! Dobbiamo liberare l’essere umano, o sarà lui a farci del male!!!” Mac e Tosh a questo punto decisero di liberare i nostri amici, perché l’idea di quell’essere umano con la matita in mano li terrorizzava. (Henry, non immaginava nemmeno di essere così pericoloso per quel mondo.)
I tre, si avviarono per andare alla tana, dove c’erano Cip ed Henry, ma per strada incontrarono Topolino e Benam, che stavano appunto cercando i nostri eroi. Topolino appena vide Bugs e gli scoiattoli disse subito a Benam: “Benam!! Credo che siano stati loro a rapire Cip e l’essere umano di cui ti ho parlato!! Solo tu puoi affrontare questi brutti ceffi!! Ora va e affrontali…” Quello senza che Topolino finisse la frase, corse vicino a Bugs e prendendolo dal collo disse: “DOVE SONO I DUE SCOIATTOLI CHE AVETE RAPITO?” E Bugs vedendo quel personaggio che non era ne Disney ne Warner Bros, gridò al colmo della paura: “MAMMA MIA!!!! E’ UN MANGA!!!!!!!! ANDATE A LIBERARE QUEI DUE!!!! COOOOOOORREEEEEETEEEEE!!!” E Mac e Tosh corsero via come il vento, domandandosi chi fosse quel ‘ MANGA ’ di cui aveva tanta paura Bugs. Benam vedendo che il coniglio era sul punto di morire d’infarto, lo lasciò andare, e disse a Topolino di seguire Mac e Tosh.

I due scoiattoli Warner, corsero, corsero come non avevano mai fatto in vita loro, ed arrivarono alla tana affannati e terrorizzati, tanto che il cuore quasi non gli usciva dal petto. I due mascalzoni, allora liberarono dalle corde sia Cip che Henry, dicendogli come folgorati: “ANDATE!!! SIETE LIBERI!!!” Henry li guardò stupito e disse: “Come mai ci liberate?” E Mac rispose “Tu potresti DISTRUGGERCI se solo volessi!!!” E Tosh : ”NON LO FARE!! TI PREGO!!!” Henry ancora non capiva il motivo della liberazione, ma senza domandare altro uscì dalla tana con Cip, che anche lui era più confuso che persuaso. Mac e Tosh, invece rimasero nella tana e si barricarono dentro.
Per strada, i nostri amici, incontrarono Topolino da solo, visto che Benam se ne era andato. “Amici!! Tutto a posto?? State bene??” Disse quello, rivolgendosi a Cip ed ad Henry. Quelli risposero che stavano bene, e domandarono il motivo della presenza di Topolino oltre il confine. Topolino, spiegò che erano stati Red e Vicky ad avvertirlo del loro rapimento, e raccontò la storia. Henry capì che in un certo senso era stato Red a salvarli, e disse a Cip che una volta ritornati a casa, avrebbe voluto ringraziare Red, per tutto quello che aveva fatto.
Dopo aver salutato Topolino, Cip ed Henry ritornarono a casa, e li, fuori, trovarono ad aspettarli Ciap, il quale avendo saputo del rapimento si era precipitato li. Naturalmente Cip, raccontò a suo fratello tutto quello che era successo. Dopo il racconto Cip, Henry e Ciap, decisero entrare dentro casa per riposarsi, e a pensare all’unico problema rimasto: far tornare Ciop e Cindy nel loro mondo e rimandare Henry nel suo.

Nessun commento ancora

Lascia un commento