Giovane imprenditore Calabrese apre un ristorante in Austria e lo dedica alle Due Sicilie.

Visita anche il nostro sito: www.frantoio.biz
Messaggio Promozionale

E’ Francesco Compagnino giovane imprenditore di origine Tropeana prov. di Vibo Valentia rinomata località turistica del tirreno calabrese, ad aver avuto l’idea e l’onore di aprir un ristorante nella lontana Innsbruck cittadina al confine in l’Austria e di nomarlo Due Sicilie. Un progetto assolutamente identitario che il giovane imprenditore ha voluto portare avanti in quei luoghi dove in passato approdarono generazioni di meridionali a seguito di flussi migratori lavorativi. Non è assolutamente eufemismo dirlo ma il legame che il giovane imprenditore ha con la sua terra e le sue origini è indissolubile a tal punto da pensare di portare con sé in questo viaggio di emigrazione il proprio bagaglio culturale e gastronomico tipicamente duosiciliano e di investirlo in una realtà diversa da quella meridionale. 

Seppur il giovane non è alla prima esperienza lavorativa nel campo della ristorazione gestendo col fratello “La Munizione” nella sua cittadina di origine, tenta a conti fatti di cimentarsi in questa nuova esperienza a dare lustro con tutti gli stratagemmi possibili a quella che lui definisce :” la sua patria le Due Sicilie”. Di indole molto particolare già dalle prime battute evinco che il progetto del Compagnino non è destinato ad essere una sporadica realtà lui stesso nel corso dell’intervista ribadisce che :” affiancato da mio fratello se il lavoro andrà bene apriremo una catena di ristorazione con la stessa dicitura Due Sicilie”. Tuttavia non dovrebbe passare in sordina ribadire che Francesco avrebbe lo spasmodico desiderio di emulare lo chef di fama mondiale Carluccio proprietario di ben 80 ristoranti in tutto il mondo e da cui è stato intervistato, Francesco stesso ammette di aver incontrato il noto chef e di aver scambiato con lui molte nozioni culinarie:” conobbi Carluccio nel dicembre del 2011 quando girò un documentario per la BBC a Nicotera, Tropea, Caroni e Limbadi”. L’idea di aprire questa attività risulta essere molto ponderata tant’è vero che l’imprenditore pur di non abbandonare la propria terra ha portato con sé materiali edili e staff edilizio che a lavoro finito a pochi giorni dall’inaugurazione hanno lasciato un perfetto lavoro in stile duosiciliano ma in chiave moderna. Inoltre come ciliegina sulla torta ha pensato di proporre una cucina non solo calabrese ma dell’intero Regno delle Due Sicilie acquistando i prodotti direttamente dalla Madre Patria Due Sicilie dai prodotti calabresi a quelli pugliesi, campani e siciliani con l’ unico scopo ed intento di non abbandonare la terra d’origine.

Maria Lombardo
Consigliere Commissione Cultura Comitati Due Sicilie
Centro Studi e Ricerche Comitati Due Sicilie.

3 Comments

  1. bukhis

    giovane imprenditore caabrese
    Bella notizia. Ogni tanto dal sud, non dallo stato ma dai cittadini, arriva qualche notizia piacevole e incoraggiante.
    Questo fatto specifico del giovane imprenditore calabrese, và letto non in chiave di emigrazione, ma di apporto di cultura fuori dalla nostra terra, con la speranza che serva a farci apprezzare.

  2. Giovane imprenditore calabrese apre un ristorante in Austria è lo dedica alle Due Sicilie
    effettivamente è una notizia fantastica ….non solo per noi storici meridionalisti che tutti i giorni lottiamo contro le diffidenze e le menzogne del mendacio italiota ….ma è un vanto per tutto il popolo del Sud ……per una volta gioiamo per il coraggio di Francesco ….e auspichiamoci moltissimi giovani come lui ……ma che questa volta come me decidano di rimanere nelle amate DUE SICILIE….DICHIARATAMENTE NOSTALGICA.

  3. Auguri Francesco!!
    Francesco, dopo aver intrapreso nella sua terra, precisamente a Tropea, decide con grande tribolazione di emigrare nella fredda Austria, non dimenticando la sua terra natia, anzi la vuole esaltare il più possibile, attraverso la gastronomia, iniziando dal nome “Due Sicilie”, dagli ingredienti rigorosamente meridionali, fino all’utilizzo del personale anch’esso meridionale (dalla ristrutturazione dei locali…alla cucina). Inoltre vuole promuovere i nostri prodotti tipici, le nostre bellezze naturali, la nostra cultura e anche la nostra gloriosa storia. Infatti nell’introduzione del menù rigorosamente con piatti tipici meridionali, è stata inserita la storia “romanzata” del Regno delle Due Sicilie, di seguito il link http://www.calabresi.net/201211055825/emigrati/uno-svago-borbonico-tra-soverato-tropea-e-innsbruck.html

Lascia un commento