Percorso Comitati Due Sicilie Calabrie dagli albori fino ad oggi ….

Presenza attiva al Congresso Nazionale di Caserta 27- 28 ottobre 2012.

UN PERCORSO sull’attività dei Comitati Due Sicilie Calabrie dal terzo congresso del 3 ottobre 2010 al quarto Congresso Nazionale attuale.
Un caro saluto a tutti i compatrioti presenti in questo Hotel ( hotel Pisani) Caserta che ci vede ancora dopo due anni interessanti per la nostra crescita, ancora protagonisti sullo scacchiere meridionalista e non.
Il 2 ottobre del 2010 ero a Siderno a tributare l’ultimo omaggio ad un nostro grande che risponde alla figura di Nicola Zitara che purtroppo era venuto a mancare, a cui va il nostro pensiero rispettoso, ma il giorno dopo partendo dalla Calabria all’una di notte con un manipolo di compatrioti, siamo arrivati a Caserta per partecipare al nostro congresso, tante cose sono successe e tante manifestazioni sul territorio Calabrese si sono susseguite. 

Mi piace rammentare il contro sbarco a Melito Porto Salvo, il dibattito all’università della Calabria. Il convegno di Serra San Bruno, la riunione di Pizzo Calabro sia nel museo della tonnara, che nel prestigioso castello Murat, altre manifestazioni varie si sono tenuti a Reggio Calabria, a Lamezia Terme, Motta Santa Lucia, Cosenza, Amendolara, Parenti, ed altri luoghi di Calabria, Ma mi piace ricordare il convegno di giugno del 2011 dove due compatrioti duosiciliani hanno avuto un tributo d’applausi di ben cinque minuti nel prestigioso ex convento di Santa Chiara da ben 250 nazionalisti convinti nel pieno dei tributi per l’anniversario dell’unità d’Italia. Ma comunque il fiore all’occhiello è la manifestazione del sei maggio 2012 dove alle ferriere di Mongiana si sono
radunati ben 200 Briganti e Brigantesse risultato impensabile sino ad un paio d’anni fa, Mongiana dove si è scritta una delle nostre più belle pagine recente e Palermiti in cronologia di avvenimenti tenutosi il convegno sulla figura di Ferdinando II e la Calabria del suo tempo, siedevano al tavolo dei relatori il Presidente Marro , Maria Lombardo storica, i delegati del catanzarese Camastra e Sestito e per i neo borbonici Gianluca Bellacoscia,. Vento di Calabria, dalla famosa nomina del direttivo avvenuta a Vibo Valentia nel marzo del 2009 si sono compiuti passi da gigante, in prima persona ricordo che eravamo appena un manipolo di uomini e donne i una bellissima giornata di sole, abbiamo ricordato con dolore la nostra shoah, la nostra diaspora di quei soldati Borbonici che 80 anni prima della seconda guerra mondiale, hanno dato la vita tra stenti e fame per non aver rinnegato l'antica Patria la madre Due Sicilie. Una pagina atroce di cui pochi ne conoscono gli effetti e la barbarie piemontese “ sciolti nella calce viva” questa la fine dei giovani Duosiciliani, mentre oggi ricordiamo i dolori subiti dagli Ebrei ,Zingari ed omosessuali dei deportati a Fenestrelle a Canavese, Genova, Milano e Torino nessuno ne parla per preservare l'onta degli errori di questa falsa Unità. In virtù di questi entusiasmanti successi i Comitati Due Sicilie Calabrie si interessano nel prossimo anno venturo a continuare incessantemente sulla ricerca storica i frutti da noi rinvenuti saranno a favore di tutto il popolo duosiciliano e non, ed ancora fiore all'occhiello della nostra associazione a divulgare tramite congressi ed eventi per la maggior parte sfilate in abiti d'epoca alla foggia di Briganti e Brigantesse, commedie ed eventuali messe in scena della nostra antica storia, a puntare e sostenere i figli di Calabria affinchè non lascino questa terra meravigliosa alla volta del miraggio lavorativo in ispecie al Nord, coltivare le menti più argute Calabresi i nostri giovani scrittori, i ricercatori, i giovani che dimostrano qualità particolari nell'ambito della cultura. Ed ancora sviluppare le risorse regionali Calabresi il connubio mare e montagna in tutte le forme di turismo promuovendo eventi culturali e gastronomici nei maggiori centri calabresi. Turismo ed agricoltura dovranno essere le parole chiave accomunate dalle innovazioni energetiche come il fotovoltaico godendo a conti fatti di splendide giornate di sole e di una stagione estiva maggiormente inoltrata. Avendo tuttavia a disposizione risorse gastronomiche locali d'eccellenza puntando sul mercato mondiale dei nostri emigrati di seconda e terza generazione promuovendo oltre al famoso Compra Sud l'incremento della filiera del bergamotto definito oro verde e della ndujia “piatto” forte calabrese. Promuovere ancora la conoscenza della nostra liquirizia dop di Calabria, olio e vino famosi già al tempo dei Greci. Organizzando al fine di gemellarci con altre Regioni dell'ex Regno delle Due Sicilie viaggi turistico-culturali nei nostri maggiori Santuari partendo da Mongiana e via via in altre ex Provincie dell'ex Reame. Sebbene menzionato per ultimo il direttivo Cds Calabrie si impegna ad occuparsi delle aree adibite a riserve marine dislocate su ben 870km di costa ed inoltre ad incrementare ed a sviluppare l' autostrada del mare creando nuovi porti dove possibile e irrobustendo quelli esistenti.

Maria Lombardo
Consigliere Commissione Cultura Comitati Due Sicilie

Rosario Messina
Coordinatore Regionale Comitati Due Sicilie Calabrie.

Nessun commento ancora

Lascia un commento