Particolari Auguri di Buone Feste.

In questo periodo dell’anno lo spirito natalizio ci rende tutti più buoni e siamo portati a pensare alle persone che soffrono e che si trovano in ospedale.

Ringraziamo tutti gli operatori del settore che nel giorno della vigilia e del natale sono rimasti nel luogo di lavoro, lasciando le loro famiglie e parenti per stare vicino agli ammalati.

Un plauso particolare a tutti i coloro che operano nel settore pediatrico che si sono impegnati per poter far vivere al meglio il natale (non di meno faranno per il capodanno e l'epifania), anche ai nostri piccoli ammalati.

La sanità non è fatta solo di malasanità, ma anche di buona sanità, quest'ultima però non fa notizia come la prima, poichè una vita da salvare non fa vendere copie di giornali coma la morte.

Il nostro pensiero è andato anche a quegli ammalati che si trovano in cura presso strutture ospedaliere lontano dalle proprie città e dai familiari.

Il fatto di doversi spostare dalla Calabria per curarsi, come del resto da gran parte del Sud Italia, è un vero e proprio fenomeno che ha proporzioni gigantesche, ormai conosciuto come "IL VIAGGIO DELLA SPERANZA". Ogni anno quasi UN MILIONE di persone si spostano dalla propria regione per curarsi.

Dalla Campania si spostano in 61 mila, in 52 mila dalla Calabria, in 46 mila dalla Sicilia, in 29 mila dalla Puglia, in 16 mila dalla Basilicata.

Molti di questi ammalati riescono ad avere vicino i loro cari, anche in questo periodo, grazie a molte associazioni di volontariato che mettono a disposizione alloggi e strutture.

Il nostro ringraziamento e i nostri auguri, vanno a queste persone che si sacrificano senza guadagnarci nulla, solo perché sono delle persone fantastiche.

A noi cittadini calabresi ci viene da chiederci, perché siamo costretti a muoverci per curarci? Come mai questo spostamento avviene sempre dal basso verso l’alto e mai viceversa? Ma, è Natale e non vogliamo fare polemiche.

Vorremmo pubblicizzare iniziative fatte negli ospedali con il passaparola, quindi se siete a conoscenza di iniziative nei vari ospedali fatecelo sapere.

Un ringraziamento maggiore al vicino di letto del Calabrese, perchè in questo periodo subirà una invasione da parte dei parenti del calabrese, all’inizio saranno infastiditi da tutto il chiasso e il vociare, ma come sempre, diventeranno anche loro parte della famiglia e passeranno un natale migliore.

Dallo staff di calabresi. Net un saluto di buone Feste a tutti coloro che sono meno fortunati di noi.

Nessun commento ancora

Lascia un commento