OPERAIO”AMBIENTALISTA” FA LO SPAZZINO GRATIS SUL PROMONTORIO DI CAPO VATICANO

 A Capo Vaticano, l’affascinate promontorio del comune di Ricadi, lungo la costa tirrenica vibonese, mancano i netturbini e le strade sono sporche. L’estate è  alle porte  e tra poco la zona, scelta dallo scrittore Giuseppe Berto come sua seconda terra, pullula  di turisti.  italiani  e stranieri.  

[GARD]

Ma se nessuno se ne accorge,  a farsene carico,  un operaio, il quale  dopo aver preso carta e penna ha scritto al sindaco per chiedere  l’autorizzazione  a provvedere da se alla pubblica pulizia in maniera del tutto gratuita.

Ed appena avuto  risposta positiva  per iscritto, si è  armato di scopa e di  decespugliatore ed in giro con  un furgoncino,   quando  non trova da lavorare presso terzi e nei momenti liberi,  si sposta da un angolo per raccogliere le   immondizie o a pulire le erbacce, come e fosse uno  vero e regolarmente retribuito.  

Protagonista della singolare e lodevole iniziativa, Francesco Cutuli, residente a Ionadi, un paese dell’entroterra vibonese. Ed ecco la lettera inviata al sindaco il  17 aprile scorso. “

Il  sottoscritto Francesco Cutuli , avendo svolto per quasi dieci anni lavori diversi nel territorio di Ricadi – Capo Vaticano, ed essendo un ambientalista convinto ed un attento osservatore delle zone degradate che danno un immagine negativa specialmente ai turisti che affollano questo comune nel periodo estivo, chiede l’autorizzazione, quale volontario e pertanto a titolo gratuito, a provvedere alla pulizia di alcune zone di codesto territorio con particolare riguardo alla località “Grotticelle” zona panoramica Faro. Esonera codesto ente – precisa nella lettera  – per l’espletamento di tale servizio, da ogni responsabilità. Fiducioso nell’accoglimento della presente, porge distinti saluti”.

Rapida la risposta del sindaco Domenico Laria., appena in possesso della  lettera protocollata, di suo pugno ha scritto sotto lo stesso foglio di richiesta “Visto -  si autorizza, con  tanto di bollo e di firma. Davvero bello il mitico promontorio di Capo Vaticano. Non finisce mai di stupire.

Ad innamorarsi non è stato infatti soltanto Francesco Cutuli, un operaio tutto fare, sensibile ai problemi .  Da giovane aveva una ditta movimento terra, poi è emigrato al Nord senza però fare fortuna. Campa facendo di tutto, dal  muratore al giardiniere. Adesso finanche lo spazzino.

Ancor prima di lui dello stesso luogo si innamorò anche lo scrittore Giuseppe Berto che così scrisse nel “Male Oscuro”: «Appena la vidi seppi che quella terra, dalla quale si scorgevano magiche isole era la mia seconda terra, e qui sono venuto a vivere. Sto su un promontorio alto sul mare e un panorama stupendo…. Capo Vaticano, un promontorio roccioso a picco sul mare. Si trova di fronte le Isole Eolie e lo Stromboli…».

Lo scrittore veneto che come suo ultimo desiderio ha voluto essere persino sepolto lì, dal canto suo, con l’arma che aveva, la penna, difese quel luogo che ancora era incontaminato dalla speculazione edilizia e contribuì a farlo conoscere in tutto il mondo. Ma prima ancora sul promontorio di Capo Vaticano, il nome deriverebbe da “Vaticinio” si fermarono  tutti i naviganti  prima di affrontare i mostri di “Scilla e Cariddi” che stavano più a Sud, per chiedere oracoli ad un  vate che se ne stava su quell’estrema estrema punta dove adesso c’è l’omonimo faro. 

Per rendersene conto basta  leggere l’Odissea e l’Eneide. Un luogo insomma che meriterebbe per suo passato e per il suo presente, maggiore rispetto,  attenzione, pulizia, tutte cose che hanno attirato l’attenzione di Francesco Cutuli, ma che invece dovrebbero attirare anche e soprattutto  quella degli enti pubblici.

Michele Garrì

4 Comments

  1. Cola
    <strong>Quando tutto manca....</strong><br />Quando gli enti sono assenti, non resta che rammanicarsi le maniche!!!<br />L'iniziativa di questo lodevole signore, è un insegnamento di grande civiltà , è uno schiaffo alle istituzioni, è un dinamismo da premiare e sostenere.
  2. Cola
    <strong>Quando tutto manca....</strong><br />Quando gli enti sono assenti, non resta che rammanicarsi le maniche!!!<br />L'iniziativa di questo lodevole signore, è un insegnamento di grande civiltà , è uno schiaffo alle istituzioni, è un dinamismo da premiare e sostenere.
  3. <strong>Iniziativa da imitare</strong><br />I residenti del Comune di Ricadi dovrebbero prendere esempio, personalmente intendo aiutare economicamente questa iniziativa. Qualcuno puà aiutarmi a contattare il Sig. Cutuli? Grazie
  4. <strong>Iniziativa da imitare</strong><br />I residenti del Comune di Ricadi dovrebbero prendere esempio, personalmente intendo aiutare economicamente questa iniziativa. Qualcuno puà aiutarmi a contattare il Sig. Cutuli? Grazie

Lascia un commento