“L’ombra del Lupo” di Saro Ingenuo

Un giallo poliziesco percorso da una vena di mistero.
La vicenda si snoda all’interno del paese di Pizzo e nelle campagne alle pendici delle Serre Vibonesi, in uno scenario grezzo, rude ed incontaminato fra gente dove i sentimenti si esplicitano in modo netto, allo stato naturale nel bene e nel male e dove la furbizia spesso la fa da padrona, approfittando dell’animo semplice delle persone.

[GARD]

In sintesi:

La morte della moglie risveglia, in un possidente terriero, passate angosce assopite dal tempo: l’uomo è convinto di lottare contro i fantasmi del suo passato e contro una inesorabile maledizione che lo perseguita. Ma sono veramente questi i suoi nemici? Oppure è vittima della cupidigia dei suoi compaesani? Ma poi è certo che la vittima sia lui?

Un barbiere e un maresciallo dei carabinieri, a cui certe storie non fanno effetto, si trovano insieme, ma non sempre, ad indagare fra le credenze, le superstizioni e le paure degli abitanti di un paese della Calabria nell’estate del 1953. Si troveranno di fronte uomini selvaggi e violenti in una natura forte ed aspra. Le certezze del maresciallo Rossi rimarranno tali o si convincerà anche lui che la linea che separa il reale dal sovrannaturale è sottile come il filo del rasoio che usa mastru Lino?

Giallo poliziesco percorso da una vena di mistero. La vicenda si snoda all’interno del paese di Pizzo e nelle campagne alle pendici delle Serre Vibonesi, in uno scenario grezzo, rude ed incontaminato fra gente dove i sentimenti si esplicitano in modo netto, allo stato naturale nel bene e nel male e dove la furbizia spesso la fa da padrona, approfittando dell’animo semplice delle persone.

Info: http://www.saroingenuo.it

L'autore:

Saro Ingenuo è nato nel 1949 a Pizzo (VV) dove vive tuttora. Si occupa della progettazione di macchine agricole. Il contatto con il mondo rurale calabrese lo ha spinto, a partire dal 2004, a scrivere romanzi dove i protagonisti sono gli umili abitanti di paese. Precedentemente aveva scritto due commedie: Ipseo (1996) Ambientato nel 400 a.C. a Napizia, città della Magna Grecia. Narra le vicissitudini dei cittadini impegnati a risolvere i problemi che straziano la città; e Cerca ca ti Cerca (1997). Commedia comica dialettale in cui un povero falegname non riesce ad immaginare un altro modo per risolvere i propri problemi economici, se non quello di trovare un tesoro.

Nessun commento ancora

Lascia un commento