Le opere di Damiano Gulluni – Recensioni Artistiche

Le opere di Damiano Gulluni scorrono sottili nella trama leggera di astrattismi geometrici fino ad evocare architetture e tracciati inconsapevoli di percorsi urbani definti da cromie intense solari e mediterranee. Un linguaggio moderno ed essenziale che potrebbe offrire stimoli al design e all'utilizzo di queste cromie nella creazione d’oggetti d’uso come: tessuti d’arredamento, ceramiche per interni, e decorazioni d’ambienti.

[GARD]

Percorsi che anche altri architetti autorevolmente come Alessandro Mendini http://www.ateliermendini.it/cms e Gaetano Pesce, http://www.gaetanopesce.com/hanno esplorato portando loro codici grafici e decorativi all’applicazione ed impiego negli oggetti d’ uso, e nella decorazione d’ interni .Una metodologia interessante che discende come lezione dal Bauhaus è l'abbreviazione di Staatliches Bauhaus, una scuola di arte e architettura della Germania che operò dal 1919 al 1933. Fu la corrente più influente che costituiva quello che è conosciuto come modernismo in architettura.


La scuola fu fondata da Walter Gropius e Mendelson a Weimar nel 1919, dalla fusione della Scuola Granducale di Arti Plastiche e della Kunstgewerberschule.

Gran parte dei contenuti dei laboratori fu venduta durante la seconda guerra mondiale.
Un apprezzamento quindi al lavoro di Damiano Gulluni ed un incoraggiamento a magari esplorare anche in quanto architetto, questi territori espressivi che possono agevolmente dilatarsi nella dimensione dall’ arte applicata al design.

Recensione di Paolo Gastaldo

Alcune opere di Damiano Gulluni:

Nessun commento ancora

Lascia un commento