Gennaro Ivan Gattuso detto Ringhio

Gennaro Ivan Gattuso (Corigliano Calabro, 9 gennaio 1978) è un calciatore Calabrese, centrocampista del Milan e della Nazionale italiana, con cui è diventato campione del mondo ai Mondiali di calcio del 2006.

[GARD]

Con il Milan è stato campione d'Europa nel 2003 e nel 2007, campione del mondo nel 2007 e campione d'Italia nel 2004.

Centrocampista incontrista, si caratterizza per carica agonistica, personalità e resistenza atletica, tanto da essere stato soprannominato Ringhio e da aver acquistato un'indiscussa leadership all'interno dello spogliatoio e tra i tifosi, che ne apprezzano la generosità sportiva e umana. Può ricoprire sia il ruolo di interno destro che quello di mediano e nel tempo ha affinato le sue capacità tecniche.

Dotato di notevole resistenza fisica, è assai abile difensivamente. Non in possesso di grandissima tecnica, è in grado di effettuare degli ottimi passaggi sulle brevi distanze e anche alcuni cross vincenti. Ai tempi degli esordi effettuava la Foquinha, una particolare finta con cui si dribbla l'avversario sostenendo la palla sulla testa attraverso vari palleggi. Per le sue doti di leader ha spesso indossato la fascia di capitano.

LA CARRIERA DI GENNARO GATTUSO:
Giunge al calcio presto, seguendo le orme del padre, giocatore della quarta categoria. All'età di dodici anni effettua il suo primo provino. Scartato dal Bologna, viene scelto dal Perugia, dove ha inizio la sua carriera.

A Perugia gioca nelle giovanili, e si mette subito in mostra per la sua capacità di contenimento al centro del campo.

Debutta in Serie A a 18 anni, il 22 dicembre 1996 contro il Bologna. Veste la maglia azzurra nel campionato Europeo Under-18 e vince lo scudetto del Campionato Primavera 1996/97. Lascia il Perugia con 8 presenze in Serie A e si trasferisce a parametro zero in Scozia, dove gioca nei Rangers.

Il periodo passato in Scozia è esaltante per il giovane Gattuso, che non manca di segnalarsi come grande lottatore in un campionato "duro", adatto alla sue caratteristiche; al suo primo allenatore, Walter Smith (accasatosi in seguito all'Everton) succede Dick Advocaat, il quale decide di utilizzare "Ringhio" nel ruolo di difensore, posizione a lui poco consona. I successivi dissidi sull'utilizzo in campo sanciscono l'addio, al termine della stagione, all'esperienza estera.

Nel 1998 passa alla Salernitana, è con la maglia granata che il giovane Gattuso riesce ad affermarsi come giocatore chiave del centrocampo, divenendo uno dei calciatori più ambiti da tutte le grandi squadre, è qui che Gattuso matura l'istinto del gladiatore; ma il suo apporto (25 partite in Serie A) non è sufficiente a salvare la squadra dalla retrocessione per un solo punto, dopo un eccezionale girone di ritorno. Tutta Salerno impazzisce per il carattere e la grinta di Gattuso, che vede partita dopo partita crescere il talento del giovane calciatore, vero beniamino dei tifosi granata e non solo.

Visionato dagli osservatori del Milan, si trasferisce successivamente nella formazione meneghina e vede assegnarsi la maglia numero 8, con la quale non fatica a conquistarsi un posto da titolare e a diventare beniamino dei tifosi. 22 presenze e un gol il primo anno, durante il quale si fa notare anche per il carattere con cui, nel suo primo derby milanese, affronta a muso duro l'allora interista Ronaldo.

La migliore stagione per Gattuso è la 2002/03, durante la quale vince la Champions League nella finale dell'Old Trafford di Manchester contro la Juventus, e la Coppa Italia contro la Roma.

Nell'anno del diciassettesimo scudetto milanista è presente 33 volte su 34, e nella stagione successiva disputa ben 45 partite tra impegni di campionato e di coppa, compresa la finale di Champions League persa contro il Liverpool.

Nella stagione 2005/2006 ha totalizzato 35 presenze (3 gol) in Serie A, ha giocato 11 delle 12 partite in Champions League e ha marcato una presenza in Coppa Italia. In dicembre è giunto 14° nella classifica del Pallone d'oro 2006. Il 23 maggio 2007 ha vinto la sua seconda Champions League contro il Liverpool, due anni dopo la sconfitta patita in finale di Champions League contro gli inglesi. Il 16 dicembre successivo si è aggiudicato la Coppa del Mondo per club.

Debutta in Nazionale il 23 febbraio 2000 contro la Svezia, partita conclusasi 1-0 in favore dell'Italia.

A 24 anni prende parte alla sua prima grande manifestazione con la Nazionale, i Mondiali 2002, dove colleziona 2 presenze.

Nella sfortunata spedizione azzurra degli Europei 2004 in Portogallo, ha potuto dare il suo contributo soltanto nella partita di apertura contro la Danimarca, partendo dalla panchina e subentrando a gara inoltrata, e nella seconda sfida contro la Svezia, nella quale venne ammonito e saltò l'ultima sfida contro la Bulgaria.

Gattuso diventa titolare in Nazionale dopo gli Europei del 2004, nella gestione del CT Marcello Lippi.

Diventa Campione del Mondo, con la Nazionale italiana, il 9 luglio 2006, nella partita vinta per 6-4 ai rigori contro la Francia.

L'UOMO GENNARO GATTUSO:
Ha conosciuto sua moglie, Monica Romano, sorella di Carla a Glasgow quando vestiva la maglia dei Rangers. La famiglia di lei gestiva un ristorante nel centro di Glasgow. Insieme hanno avuto una figlia, Gabriela, nata nel 2004 e un figlio, Francesco, nato l'8 novembre 2007.

Si dedica con continuità e generosità ad iniziative di beneficenza ed umanitarie, come la visita al reparto pediatrico dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano nel Natale 2006, senza dare alle stesse rilievo pubblico.

A Oshawa, in Canada, è stato istituito il "Gattuso Day". È un giorno dedicato a Gattuso dalla comunità dei calabresi che vivono a Oshawa e si celebra il 25 giugno.

Diseguito un'articolo della Gazzetta dello Sport imminente all'evento tenutosi in Canada.

In Canada il "Gattuso-Day"

Lo hanno deciso le autorità di Oshawa, cittadina dell'Ontario, che ha insignito il calciatore Calabrese della cittadinanza onoraria. Il giocatore commosso: "Qui sto scoprendo molte cose che non mi aspettavo, che orgoglio essere italiani"
Il 25 giugno nell'Ontario, non sarà più un giorno qualsiasi. D'ora in poi sarà ricordato come il "Gattuso Day"; il giorno di Rino Gattuso. Lo hanno annunciato in pompa magna le autorità di Oshawa, città canadese di 140 mila abitanti, di cui cui il rossonero è diventato cittadino onorario. Incredibile l'accoglienza riservata al campione del mondo, prima ospite di una serata di gala, organizzata dalla Federazione dei calabresi dell'Ontario, poi degli studenti delle scuole elementari e medie del Columbus Centre.
"Un grande onore - ha commentato il calciatore - che mi riempie di orgoglio. Avere una cittadinanza onoraria in Canada, proprio non me l'aspettavo. Mi sembra di stare in Italia; sto scoprendo molte cose che non mi aspettavo. Soprattutto, sono rimasto sorpreso da queste persone e dal loro orgoglio di essere italiani. Sapevo che qui vivono circa 600 milan italiani, ma mi ha sorpreso come sentono le loro radici, più degli italiani che vivono ancora nella penisola". Non è tutto. Gattuso ha poi incontrato gli imprenditori di Toronto e poi partirà alla volta di New York ospite della comunità italiana.
Fonte (Wikipedia)

8 Comments

  1. Grogorino Capano
    <strong>Commento su Gattuso</strong><br />Avere Gattuso come calabrese penso che sia un orgoglio totale per i calabresi di tutto il mondo. La sua grinta e la sua determinazione sono uniche. Penso che sia obbligatorio per tutti noi imitare un uomo cosଠcaparbio e senza tanti grilli per la testa. La sua personalità è rimasta intatta, mentre tante persone sono cambiate raggiungendo determinati successi. Tutti sappiamo con quante organizzazioni umanitarie condivide una parte della sua ricchezza, credo che il suo esempio dovrebbe essere seguito da molta gente nelle sue condizioni economiche. La differenza fra lui e tanti altri è questa: è calabrese e le sue origini hanno resistito al coinvolgimento telematico e sociale, rimanendo intatta la sua personalità . Nella mia poesia "Calabria" ho osannato le qualità del calabrese, in alta Italia ne conosco tantissimi ma ognuno di loro si differenzia dagli altri per la cordialità immensa verso il prossimo, la sua inimitabile disponibilità , la sua gentilezza e la sua raffinatezza. Quanta gente oggi quando si presenta con uno sconosciuto esegue l'inchino? Nella mia vita ho visto solo tanti calabresi unitamente ad altri meridioniali. Le sue imprese sportive hanno girato il mondo, ai compagni di squadra li ha sempre incoraggiati specialmente nei momenti bui della loro vita, in campo e fuori campo il suo comportamento è sempre stimolante ed encomiabile. Gattuso è anche colui che al suo paese natio ha formato un'impresa ittica e tante altre iniziative. Noi calabresi possiamo dire solo una cosa a Gennaro, grazie per il tuo prodigare nell'ambito sociale e culturale della gente bisognosa, tu giochi col Milan ed io sono tifoso della Fiorentina ma tu sei il mio idolo come uomo e come giocatore, vorrei che la gente ti imitasse e che tanti ricchi conservassero la tua semplicità , la tua determinatezza e la tua disponibilità . Prima di essere un giocatore del Milan, mio caro Gennaro, sei il pezzo più pregiato della nostra cara Calabria, questa meravigliosa terra che ha sfornato molte persone determinate ma poche hanno saputo o avuto la fortuna di seguire o imitare le tue imprese. Dal mio profondo del cuore ti ringrazio e ti serberà per sempre nei miei ricordi. Grazie, grazie e grazie di esserci, con affetto da Gregorino cav. Capano.
  2. Grogorino Capano
    <strong>Commento su Gattuso</strong><br />Avere Gattuso come calabrese penso che sia un orgoglio totale per i calabresi di tutto il mondo. La sua grinta e la sua determinazione sono uniche. Penso che sia obbligatorio per tutti noi imitare un uomo cosଠcaparbio e senza tanti grilli per la testa. La sua personalità è rimasta intatta, mentre tante persone sono cambiate raggiungendo determinati successi. Tutti sappiamo con quante organizzazioni umanitarie condivide una parte della sua ricchezza, credo che il suo esempio dovrebbe essere seguito da molta gente nelle sue condizioni economiche. La differenza fra lui e tanti altri è questa: è calabrese e le sue origini hanno resistito al coinvolgimento telematico e sociale, rimanendo intatta la sua personalità . Nella mia poesia "Calabria" ho osannato le qualità del calabrese, in alta Italia ne conosco tantissimi ma ognuno di loro si differenzia dagli altri per la cordialità immensa verso il prossimo, la sua inimitabile disponibilità , la sua gentilezza e la sua raffinatezza. Quanta gente oggi quando si presenta con uno sconosciuto esegue l'inchino? Nella mia vita ho visto solo tanti calabresi unitamente ad altri meridioniali. Le sue imprese sportive hanno girato il mondo, ai compagni di squadra li ha sempre incoraggiati specialmente nei momenti bui della loro vita, in campo e fuori campo il suo comportamento è sempre stimolante ed encomiabile. Gattuso è anche colui che al suo paese natio ha formato un'impresa ittica e tante altre iniziative. Noi calabresi possiamo dire solo una cosa a Gennaro, grazie per il tuo prodigare nell'ambito sociale e culturale della gente bisognosa, tu giochi col Milan ed io sono tifoso della Fiorentina ma tu sei il mio idolo come uomo e come giocatore, vorrei che la gente ti imitasse e che tanti ricchi conservassero la tua semplicità , la tua determinatezza e la tua disponibilità . Prima di essere un giocatore del Milan, mio caro Gennaro, sei il pezzo pi๠pregiato della nostra cara Calabria, questa meravigliosa terra che ha sfornato molte persone determinate ma poche hanno saputo o avuto la fortuna di seguire o imitare le tue imprese. Dal mio profondo del cuore ti ringrazio e ti serberà per sempre nei miei ricordi. Grazie, grazie e grazie di esserci, con affetto da Gregorino cav. Capano.
  3. robylanzara@hotmail.it
    ringhio ti amooooooooo...veramente 6 la mia vita...davvero...e poi sn del sud cm te...ma io sà salernitana...granata nel cuoreeeee...ti amo gaggù...io e te 3mSc....bye bye kisssss
  4. robylanzara@hotmail.it
    ringhio ti amooooooooo...veramente 6 la mia vita...davvero...e poi sn del sud cm te...ma io sà salernitana...granata nel cuoreeeee...ti amo gaggà¹...io e te 3mSc....bye bye kisssss
  5. <strong>ringhio </strong><br />ringhio ti amoooooooo...veramente...6 la mia vitaaaaaaaaaaaa...6 unico x me...gaggùù ti amoooo.spero di poterti vedere nella mia vita....è il mio sogno...e poi sn del sud cm te...ma io sà salernitana...granata nel cuore...anke xkè prima c'eri tu nella salernitana...ciao amà ti amoooo...bye bye kissssssssss a gaggù
  6. <strong>ringhio </strong><br />ringhio ti amoooooooo...veramente...6 la mia vitaaaaaaaaaaaa...6 unico x me...gaggà¹à¹ ti amoooo.spero di poterti vedere nella mia vita....è il mio sogno...e poi sn del sud cm te...ma io sà salernitana...granata nel cuore...anke xkè prima c'eri tu nella salernitana...ciao amà ti amoooo...bye bye kissssssssss a gaggà¹
  7. <strong>rino ti amooooooooooooooooo</strong><br />anche io ti amoooooooooooooooooooo!!!!!
  8. <strong>rino ti amooooooooooooooooo</strong><br />anche io ti amoooooooooooooooooooo!!!!!

Lascia un commento