Raccolta differenziata a Vazzano

L'avvio della raccolta differenziata è decisamente incoraggiante" comunica l'Assessore Pasquale MASSA con delega alle risorse e politiche ambientali che tiene a precisare come " le percentuali di plastica, vetro e carta siano decisamente aumentate". Molti cittadini, dunque, stanno partecipando al nuovo sistema di raccolta, con l’eliminazione dei cassonetti su strada. A partire dallo scorso 1 marzo è stato effettuato il ritiro dei cassonetti stradali ed è stata ultimata la consegna dei nuovi contenitori.

[GARD]

Tra pochi giorni saremo in grado di fornire dati più certi circa il recupero in atto. Per informazioni generali sullo svolgimento e modalità della raccolta differenziata è possibile rivolgersi al numero verde 800 611 328, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13. "A partire dal mese di aprile - annuncia l'Assessore - sarà avviata una nuova iniziativa che mira a venire incontro alle esigenze dei cittadini migliorando al contempo il livello dell'igiene urbana nel nostro territorio: mi riferisco al ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti che attualmente gli utenti troppo spesso lasciano ai margini delle strada ".
 

"La riorganizzazione del servizio di igiene urbana - sottolinea Massa - ha coinciso con un miglioramento delle condizioni materiali dei lavoratori e ad un aumento degli addetti e con la possibilità di avere un partner gestionale di grande professionalità. Con l'avvio della raccolta porta a porta, e prossimamente delle nuove iniziative, riteniamo di poter dire che stiamo decisamente vincendo la scommessa fatta a luglio scorso sulla gestione del servizio. Tra l’altro è allo studio l’ipotesi della raccolta dell’umido che ci consentirebbe di raggiungere percentuali altissime".

Fai la differenza ” questo lo slogan che ha dato avvio all'attivazione della Raccolta Differenziata dei Rifiuti a Vazzano . Questo slogan che darà avvio all'attivazione della Raccolta Differenziata porta a porta è stato scelto per far conoscere ed incentivare il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti tra tutte le categorie dei cittadini - osserva l'Assessore Massa –e fa leva su un contrasto apparente che vuole in realtà far emergere lo sforzo congiunto di tutti gli abitanti del territorio verso uno scopo comune che è quello di riequilibrare il rapporto tra uomo e ambiente con l'obiettivo di uno sviluppo sostenibile, che è basato sull'apporto costruttivo di ogni singolo cittadino.

L'elemento fondamentale è, infatti, la condivisione e la partecipazione attiva, dal basso da parte di ogni cittadino - piccolo o adulto, produttore e consumatore - ad un progetto comune che riguarda tutti noi a livello soggettivo e collettivo. Si vuole così il principio del diritto-dovere di ciascuno di noi a fare qualcosa per rispettare l'ambiente creando una cultura consapevole della limitatezza e della non rinnovabilità delle risorse ambientali".

E’ entrato così nel vivo il progetto finalizzato a portare la raccolta differenziata al 20% sul totale dei rifiuti prodotti. Un progetto che fa parte del programma comunitario Agenda 2000.Un'apposita ordinanza emessa dal Sindaco MIRENZI a fine febbraio 2008 rende obbligatorio l’utilizzo dei contenitori delle raccolte differenziate. Per ciascuna delle quattro frazioni - carta, vetro , lattine, plastica, sono state comunicate alle singole utenze i giorni della settimana e le fasce orarie in cui avviene la raccolta.

I contenitori per il vetro/lattine e quelli per la carta verranno svuotati una volta alla settimana; quelli per la plastica una volta (in rapporto alla quantità di rifiuti prodotta) e quelli per i rifiuti indifferenziati tutti i giorni. Il sistema di raccolta dei rifiuti solidi urbani a Vazzano è stato così ridefinito e la raccolta differenziata rappresenta il tassello più importante- dichiara il sindaco Mirenzi. Al suo incremento, infatti, corrisponde una minore quantità di rifiuti conferiti in discarica a tutto vantaggio dell'ambiente urbano.

L'esperimento è quindi un sacrificio minimo richiesto ai cittadini e una grande opportunità di sviluppo per la qualità della vita Ad oggi – continua Mirenzi - il progetto complessivo è stato costruito con entusiasmo e spirito di collaborazione da parte di tutti i soggetti che vi hanno preso parte: Proserpina, strutture del Comune ,addetti e il partner tecnico ditta Polistena. Il successo finale di questa iniziativa sarà,ovviamente, determinato dalla fattiva partecipazione delle famiglie e degli esercenti coinvolti nella sperimentazione.

L’introduzione di un servizio di raccolta differenziata “spinta” richiederà un cambiamento delle abitudini quotidiane e soprattutto un maggior rispetto delle regole nel conferimento dei rifiuti. Come Amministrazione cercheremo di fare del nostro meglio per ridurre gli eventuali disagi iniziali e saremo pronti a recepire, anche in corsa, tutti i suggerimenti per il miglioramento del servizio .

L’assessore alle politiche e risorse ambientali
Pasquale MASSA

Il Sindaco
Antonino MIRENZI

2 Comments

  1. Gianni Mariano
    <strong>esempio da seguire</strong><br />Bene Vazzano... anche se per la verità in Calabria c'è già una piccola realtà virtuosa che non solo fa differenziata ma la fa col sistema "porta a porta" da un pà di tempo (prima realtà in Calabria): è il comune di Saracena, nord Calabria -Pollino: oltre il 60% di raccolta differenziata "porta a porta" già attuata. <br />saluti
  2. Gianni Mariano
    <strong>esempio da seguire</strong><br />Bene Vazzano... anche se per la verità in Calabria c'è già una piccola realtà virtuosa che non solo fa differenziata ma la fa col sistema "porta a porta" da un pà di tempo (prima realtà in Calabria): è il comune di Saracena, nord Calabria -Pollino: oltre il 60% di raccolta differenziata "porta a porta" già attuata. <br />saluti

Lascia un commento