Rimodulazione del PIANO TRIENNALE delle OOPP 2009/2011 a Vazzano

Rispetto della capacità di indebitamento dell’Ente che anche per gli esercizi futuri non viene toccata ma anche degli impegni assunti per dotare di servizi e infrastrutture il territorio. Questi i tratti distintivi del PIANO TRIENNALE delle OOPP 2009/2011 che la giunta comunale, presieduta dal Sindaco Nino MIRENZI, ha licenziato dopo averlo esaminato.

[GARD]

La Relazione è stata illustrata dall’assessore alle Infrastrutture Pasquale MASSA presentando ai colleghi la rimodulazione del piano che si è mantenuto nei limiti di spesa imposti dalla finanziaria ma ha ugualmente mantenuto gli impegni in settori importanti che da anni si trascinano come quello dei viabilità, infrastrutture sociali e collettamento fognario.Illustrando l’argomento nei dettagli, l’Assessore ha spiegato che: “il programma annuale dei Lavori Pubblici, annualità 2009, ha dovuto subire necessariamente un aggiornamento a fronte delle decisioni che l’Amministrazione ha assunto con l’approvazione del programma amministrativo del Sindaco scaturito anche alla luce dei cambiamenti normativi in ambito locale e sovracomunale nonché ai documenti approvati dal Consiglio Comunale riguardanti la riqualificazione del centro storico, le linee di indirizzo e gli indirizzi per le politiche rivolte agli anziani e al terzo settore. Il nuovo programma dei lavori pubblici / annualità 2009 prevede interventi diffusi sul territorio.

“Lo sviluppo economico pone all’attenzione generale tre temi essenziali: innovazione, globalizzazione, innalzamento medio dei cittadini. In molti convegni si discute in termini di macrosistemi e di macroeconomia, ma i temi sono perfettamente coerenti con i nostri problemi quotidiani di piccolo paesino dell’entroterra calabrese e riflettono i cambiamenti importanti che, in modo sempre più rapido, hanno condizionato la nostra vita. Temi e progetti puntuali che sono alla base del programma di governo di Vazzano. Al centro delle nuove politiche urbane non c’è più solo la competitività  ma sempre  più l’abitabilità.

Lo sviluppo lento è oggi una possibilità sempre più concreta per gli ex territori marginali e i piccoli paesi come il nostro. Non lo diciamo in modo autoreferenziale, sono i numeri che lo dicono, la macro e la microeconomia. I dati giungono dal CENSIS, dall’ISTAT, dagli osservatori internazionali che i piccoli centri sanno sopportare meglio la congiuntura economica e sociale. Sono sempre più numerose le istanze sociali, culturali, economiche e politiche che intravedono un futuro fatto della sommatoria di qualità con al centro l’ambiente, la qualità della vita e la cultura.

Tenendo presente tutto ciò, l’Amministrazione si è adoperata per elaborare un piano di investimenti che si caratterizzi per le seguenti linee guida:
1) il non semplice stato della finanza della Pubblica Amministrazione a partire da quella locale;
2) il completamento delle opere iniziate negli anni precedenti per non lasciare interventi incompiuti;
3) la forte azione di sviluppo nel settore delle manutenzioni per dare risposte in tempi certi ai cittadini sui problemi di più immediata visibilità, tenendo sotto controlla la spesa.

Dovendo fare i conti con risorse finanziarie limitate, abbiamo scelto di operare sulle risorse umane ed economiche necessarie che hanno permesso di mantenere un piano di manutenzione adeguato alle esigenze del territorio. Per questo stiamo portando avanti azioni in sinergia con gli altri Comuni e enti sovracomunali”.

“Il piano delle Opere Pubbliche va in questa direzione, portando le infrastrutture primarie un po’ su tutto il territorio, in futuro la nostra località avrà la valenza di borgo. In questo ci aiuterà molto la tecnologia. La rete wireless in atto è ormai in fase avanzata di realizzazione. Fornisco alcuni dati relativi al nuovo Piano degli Investimenti: il nuovo piano che approviamo ha un valore complessivo di circa 1 milione e ottocentocinquantamilaeuro di Euro.

Parte dell’investimento sarà utilizzato per il completamento della strada Giardino. Altro progetto qualificante è la Riqualificazione di aree e fabbricati degradati da destinare ad attività di tipo sociale , ricreativo , culturali e artigianale e la realizzazione di un’isola ecologica. Se vogliamo arrivare alla fine della consiliatura con le linee programmatiche dell’azione di governo del Sindaco in gran parte realizzate o in fase di realizzazione, significa arrivare al 2009 con gran parte dei progetti realizzati .

Tutto ciò, considerando i tempi necessari anche alla luce delle ultime modifiche alle norme sui lavori pubblici secondo cui, dal momento in cui vengono messe a disposizione le risorse finanziarie, prima di poter affidare i lavori passano altri mesi necessari al completamento dell’iter amministrativo. Il valore delle risorse che sono state reperite tramite altri Enti ammontano su questo piano delle opere al 100% e pertanto non si intaccherà la capacità di indebitamento dell’Ente che non assume mutui dal lontano 1999.

Si evidenzia che la conoscenza dei limiti di approviggionamento delle fonti di finanziamento costituisce il principale vincolo che deve essere conosciuto e condiviso nella formazione del documento di programmazione infrastrutturale di un ente locale ed a cui l’amministrazione comunale di Vazzano in questi anni ha saputo ovviare intercettando diversi finanziamenti: comunitari, statali , regionali e provinciali.

Solo una analisi preventiva sufficientemente accurata ha consentito valide scelte tecniche conducendo l’Amministrazione MIRENZI alla costruzione di un documento in grado di essere adeguatamente realizzato. I risultati di questa attività programmatica che da meno di due anni è stata avviata al Comune di Vazzano sono oggi ampiamente dimostrabili dai lavori finanziati di recente:

  • Bonifica e chiusura ex discarica Rosco € 136.000,00;
  • Ammodernamento rete di pubblica illuminazione € 101.000,00;
  • Lavori di ristrutturazione e manutenzione straordinaria scuola Materna € 75.000,00;
  • Impianti sportivi € 75.000,00;
  • Lavori di sistemazione recinzione e terreno di gioco campo di calcio
  • € 16.900,00.
Per tutti questi lavori al momento è in corso di approvazione la progettazione esecutiva dopodichè si procederà all’appalto.

L’assessore ai LLPP
Pasquale MASSA

Nessun commento ancora

Lascia un commento