Raccolta differenziata Vazzano

Dall’avvio del nuovo servizio di raccolta, i cittadini di VAZZANO hanno prodotto il 24,94 % di rifiuti differenziati. Dopo un anno e nonostante i disagi inevitabili legati al nuovo servizio, i cittadini hanno deciso di sostenere l’ambiente e di adeguarsi a numerose città italiane ed europee.
Un dato confortante per il Sindaco MIRENZI e l’assessore MASSA che nei giorni scorsi ha tenuto una riunione con i responsabili per un primo bilancio sulla raccolta differenziata . Ad appena due mesi dall’avvio del progetto della raccolta differenziata porta a porta, sono state conferite alla stazione di compostaggio circa 35 tonnellate di rifiuti organici,ovvero il 40% in meno dell’indifferenziata riferita al 2007.“Non posso che ringraziare tutti quei cittadini che hanno contribuito a questo risultato dimostrando serietà e senso civico – commenta il Sindaco – scusandomi ancora una volta per i disagi inevitabili dovuti, come ho spiegato più volte, alla necessità di avviare il prima possibile e in tutta la città il nuovo servizio”.

Secondo le direttive regionali non sarà più possibile conferire in discarica i rifiuti indifferenziati, pena nella migliore delle ipotesi, nuovi incrementi di multe salatissime per le Amministrazioni Comunali che non rispetteranno le nuove normative.“La scadenza imminente – spiega il Sindaco- ci ha costretto ad accelerare i tempi dell’avvio del nuovo servizio, intensificando il più possibile la raccolta differenziata”.

“I disagi e le difficoltà subite dai cittadini in questo primo anno sono ripagate con un bilancio più che positivo”. Il limite stabilito dalla Regione infatti è del 20%. Se confrontiamo i dati di Vazzano con gli altri centri della provincia, inoltre, la soddisfazione e la fiducia nei confronti dei cittadini non può che aumentare. “Ringrazio infinitamente i cittadini – aggiunge il Sindaco MIRENZI – invitandoli a proseguire con entusiasmo a differenziare”. E chiarisce inoltre che lo start up della differenziata proseguirà nei prossimi giorni con l’ausilio degli operai del comune.Ed un nuovo progetto è stato presentato alla Regione nei giorni scorsi per potenziare il servizio nel corso dell’anno 2009 e raggiungere la percentuale del 40%.

E l’assessore alle politiche e risorse ambientali Pasquale MASSA ha sottolineato come “la raccolta differenziata parte anche all'interno del Palazzo Municipale: tutti gli uffici comunali saranno tenuti a differenziare il rifiuto cartaceo, al fine di rendere riciclabile la quasi totalità dei rifiuti prodotti dall'Ente. Inoltre, sarà disposto di aumentare la percentuale di carta riciclata utilizzata dall’Ente fino all’80% delle forniture generali, cui provvede l’Ufficio Economato. Quest’ iniziativa concretizza il dovere che l’Amministrazione Comunale deve necessariamente compiere per rendersi credibile agli occhi delle migliaia di cittadini, i quali stanno conducendo, con grande spirito civico, la raccolta differenziata.

Dobbiamo entrare fortemente nell’ottica che se un rifiuto è riciclabile, allora si deve recuperare: non differenziarlo è uno spreco che non possiamo permetterci. Se tutti gli uffici pubblici e le scuole (e non solo quelli ricadenti nelle zone di raccolta differenziata porta a porta), attuassero questo stesso sistema, avremmo uno straordinario recupero di rifiuto cartaceo, il quale incide notevolmente sul peso generale dei rifiuti cittadini. “Vazzano – conclude Massa – diventerà una città ancor più pulita grazie alla collaborazione di tutti i cittadini. E' nostra intenzione confrontarci su come è andato questo primo anno di raccolta porta a porta dei rifiuti. La partecipazione e l'adesione al nuovo sistema sono state ottime, ben al di sopra delle nostre aspettative. Lo sforzo organizzativo, in particolare dai lavoratori coinvolti, è stato decisamente generoso.

Tuttavia vi sono ancora dei problemi, soprattutto relativi al controllo, che vanno affrontati e condivisi. Inoltre, vi saranno delle novità da introdurre per affrontare la stagione estiva , inerenti in modo particolare gli orari di conferimento, vogliamo discutere e valutare con i cittadini le modalità più adeguate."Invitiamo tutti i cittadini a partecipare - conclude l'amministratore - non solo per esporre criticità e proposte, ma anche perché acquistino maggiore consapevolezza del grande contributo ecologico che stanno dando alla nostra città. Tra l’altro questa scelta si è rivelata particolarmente conveniente per i cittadini dato che la tassa sui rifiuti è stata ridotta dell’1% e la percentuale poteva essere maggiore con una maggiore partecipazione da parte di tutti".

L’Assessore alle politiche e risorse ambientali Il Sindaco
Pasquale mASSA Nino MIRENZI

Nessun commento ancora

Lascia un commento