Rideterminazione della dotazione organica e programmazione triennale del fabbisogno del personale 2009/2011

Nell’ultima seduta la Giunta Municipale, su proposta dell’assessore alle risorse umane Lina COSTA, ha proceduto all’approvazione di due importantissimi punti: rideterminazione della dotazione organica e programmazione triennale del fabbisogno del personale 2009/2011. L’assessore delegato nella sua relazione all’esecutivo ha sottolineato come “la tematica della determinazione dell'organico è sempre materia delicata e complessa per ogni tipologia di azienda.

[GARD]

La complessità diviene particolarmente forte per le Amministrazioni pubbliche, specialmente per gli Enti locali, laddove la tematica dell'organico si intreccia più o meno direttamente con tematiche organizzativo gestionali, con il tema dell'ordinamento e delle carriere del dipendenti, con il problema della finanza pubblica.

Il processo di riorganizzazione per un Ente locale, finalizzata al raggiungimento dei risultati e degli obiettivi prefissati dall'Amministrazione e mirata al miglioramento dell'efficienza e dell'efficacia, non trova nella normativa vigente risposte esaustive, ma solo delle deboli indicazioni. Esso deve trasformarsi in fenomeno, quasi permanente, di tipo tecnico professionale per promuovere e supportare quel necessario sviluppo organizzativo, quale unico elemento forte alla base di ogni tentativo reale di ristrutturazione, che punti a realizzare una adeguata e "impersonale" individuazione delle Strutture organizzative e la conseguente razione quali- quantificazione del profili professionali necessari.

Lo sforzo compiuto per la ristrutturazione organizzativa e gestionale del Comune si è concretizzata, recuperando e valorizzando qualitativamente e quantitativamente l'esistente, nella opportuna individuazione di nuove Unità organizzative. Uno sforzo questo che non deve rimanere puro atto programmatico, ma va sostenuto e valorizzato per un periodo medio - lungo con l'aiuto di tutti gli interventi necessari sulle fondamentali componenti dell'organizzazione (la funzione di direzione, le procedure, le risorse umane..).

Una ristrutturazione che, tenendo centrale contestualmente sia la valutazione della crescita di domanda di servizio pubblico sia l'esistente relazione di scambio con l'utenza, è stata studiata e riguardata con l'obiettivo fondamentale di ottimizzazione della erogazione del servizi, puntando all'individuazione di adeguate strutture organizzative e di strumenti finalizzati al miglioramento dell'azione amministrativa e del rapporto con la cittadinanza utente.Una ristrutturazione che intende traguardare, attraverso una più opportuna definizione della dotazione organica e una forte razionalizzazione delle procedure il conseguimento di maggiore efficienza, efficacia, economicità e funzionalità, come altresì sancito dal principi fissati dalla normativa vigente.

Una "revisione" che passa attraverso tre momenti:Il primo è rappresentato dalla "costruzione" di uno schema organizzativo semplificato, con la sola definizione di più responsabilità di vertice, cui compete il compito di organizzazione del lavoro rispetto a precise linee di attività .Il secondo è caratterizzato da un necessario recupero delle professionalità costruite sul campo, arricchendole attraverso appositi percorsi formativi e selettivi,approvvigionando così le strutture organizzative di nuovi profili ed energie più rispondenti alle nuove attività del Comune ed alla nuova filosofia del lavoro "per progetti ed obiettivi".Il terzo è contrassegnato dal ricorso all'esterno di nuove risorse, fortemente professionalizzate e motivate, a copertura delle vacanze esistenti”.

Il Sindaco MIRENZI dal canto suo ha sottolineato come l’Amministrazione neanche a metà del suo mandato sia riuscita a portare a compimento un momento importante del programma elettorale che prevedeva l’assunzione di un vigile urbano che da troppo tempo ormai era assente nell’ambito dell’ente.

Nei prossimi mesi sarà indetto un pubblico concorso una volta esperite le procedure di legge e la dotazione dovrà arricchirsi della necessaria e peculiare professionalità della polizia municipale in considerazione dell’evoluzione della normativa in materia con il consequenziale conferimento di materie, prima delegate ad altri settori dalle nuove norme di Polizia Giudiziaria, affidate alle competenze della Polizia Urbana nonché di quelle contenute nel nuovo codice della strada, ricorrendo ad un approvvigionamento esterno mediante un pubblico concorso. In sintesi con l’adozione degli atti in questione si è voluto dare attuazione al programma elettorale scelto dai cittadini per la realizzazione delle nuove attribuzioni demandate all’Amministrazione Comune che comportano un salto qualitativo che impone un dimensionamento più confacente della struttura organizzativa dell’ente ed una rifondazione dello stesso, come idea di “Comune nuovo – Comune impresa – Comune efficienza”.

L’assessore al personale
Lina COSTA

Il Sindaco
 Nino MIRENZI

Nessun commento ancora

Lascia un commento