Vazzano (VV): Approvati due importanti provvedimenti relativamente alle politiche familiari.

Nell’ultima seduta di consiglio comunale sono stati approvati due importanti provvedimenti relativamente alle politiche familiari.
Innanzitutto all’unanimità è stata deliberata l’istituzione di un Osservatorio sulle famiglie per raccogliere e fornire conoscenze più estese riguardanti la realtà delle famiglie, i bisogni e le risorse nella quotidianità e nei momenti critici e l’offerta di servizi. Inoltre si intende costituire un tavolo di lavoro di rete tra servizi per avere un confronto continuo sulla realtà familiare realizzando un lavoro di documentazione e ricerca , di confronto e collaborazione e uno strumento di supporto nel lavoro dei servizi comunali che svolgono la loro attività con le famiglie.Lo sportello della famiglia è stato istituito presso l’ufficio anagrafe del Comune, avrà, tra gli altri, il compito di ricevere le istanze provenienti dalle famiglie del territorio ed elaborarle con gli amministratori delegati per poi rispondere al meglio in maniera mirata quanto più possibile, indirizzando , laddove necessario la famiglia ai servizi specializzati del territorio.

[GARD]

Sempre nella medesima seduta e con voto unanime è stato approvato un documento sulle politiche familiari che l’Amministrazione comunale intende perseguire e attuare nel corso del suo mandato.
Criterio ispiratore fondativo del documento è l’idea che la qualità e il livello di benessere di una collettività sono determinati dal grado di pro-socialità (orientamento al bene comune) che viene realizzato, sia a livello micro che a livello macro sociale. In altri termini una società è tanto più progredita e sviluppata quanto più le persone individualmente e gli attori sociali collettivamente agiscono per promuovere e perseguire un bene comune, un progetto condiviso al cui interno possa poi trovare adeguata collocazione (e limitazione) anche il benessere di ciascuno.

In questo senso i criteri indicati di seguito (sussidiarietà e solidarietà) costituiscono «guida e orientamento» per l’agire sociale, nonché «strumenti di valutazione» del grado di pro-socialità delle singole azioni e scelte individuali e collettive.
Occorre peraltro integrare questi criteri con il riconoscimento della rilevanza sociale della famiglia, intesa come ambito di mediazione tra individuo e società, come spazio privilegiato dell’agire libero delle persone, come elemento costitutivo di base della società (cellula fondamentale), come primo spazio in cui sperimentare l’inevitabile (e possibile) equilibrio tra libertà individuale e bene comune.

Il consigliere Enzo MESIANO relatore ,oltre che promotore, dei due punti si è dichiarato soddisfatto per la larga intesa raggiunta in consiglio dopo un lungo e proficuo lavoro preparatorio che ha visto la partecipazione di tutti i gruppi consiliari presenti in consiglio e si augura che finalmente la famiglia nell’ambito della comunità vazzanese , ma non solo, venga riconosciuta come soggetto sociale non più soltanto da assistere ma una risorsa da valorizzare per il bene della società.

Nessun commento ancora

Lascia un commento