Sotto un sole cocente è nato il Baby consiglio

Luzzi – E il baby sindaco di Luzzi è fatto. Si tratta del giovanissimo Francesco Donadio che ha incassato più voti del suo collega per sedere nel consiglio comunale di “Palazzo Vivacqua” al posto (si fa per dire) del primo cittadino Manfredo Tedesco che gli ha ceduto volentieri la sua poltrona. Sono orgoglioso di essere qui - annuncia trionfante – il neo eletto Donadio - sicuramente con la giunta lavoreremo per dare lustro al mio territorio. Il Baby sindaco Donadio presenta la sua squadra al numeroso pubblico dei votanti: parte dal suo vice che ha anche la delega al personale, Ida Federico. Gli altri assessori sono: alla sanità Pamela Oliva, mentre all'Istruzione, Integrazione, Affari sociali c'è Federica Incutto.

[GARD]

A Vanessa Scarpelli è toccato il Territorio e l'Ambiente, invece alla collega Francesca Elia è andato l'assessorato ai Beni Culturali infine i Lavori Pubblici sono di Vittorio Federico. Dopo un saluto i delegati hanno indicato il programma e quello che intendono realizzare durante la legislatura. Il baby sindaco ha avuto anche il plauso del collega sconfitto e il saluto dei consiglieri tutti, anche della minoranza. Una giunta giovane e motivata che ha una particolarità che salta agli occhi di tutti e di questi tempi controcorrente, la “quota rosa” è alta. Meno male. Una proclamazione sotto il caldo che si fa sentire ma che non demorde.

Tutti insieme, dopo un breve raduno nel parco giovani, dove il sindaco Tedesco ha consegnato la fascia di primo cittadino complimentandosi con il “collega” insieme all'assessore alla Pubblica Istruzione Jessica Ciardullo e ai dirigenti scolastici Umile Montalto e Vincenzo Garofalo (che in sinergia hanno lavorato per portare avanti un progetto che ha accomunato la scuola primaria e quella secondaria), sono saliti a piedi inondando il corso del bellissimo centro storico per raggiungere l'ambito salone comunale e prendere, finalmente possesso, almeno per un giorno, dell'ambita poltrona di primo cittadino. Un sindaco è importante soprattutto quando riesce ad inaugurare opere pubbliche realizzate e che aiutano il territorio ad essere bello e vivibile.

Così è stato anche per il baby sindaco Donadio, che ha avuto l'onere e soprattutto l'onore di inaugurare la nuova fontana della chiesa dell'Immacolata e don Franco ha benedetto tutti. Il baby sindaco insieme al collega Manfredo Tedesco ha tolto il panno che copre la fontana. Un'emozione intensa pacata solo da una ambita “bevuta d'acqua” fresca (visto anche il caldo cocente) e guarda caso, i sindaci Tedesco e Donadio sono stati i primi a farlo. Ecco un buon motivo per fare il sindaco si sono detti i consiglieri accaldati e assetati.

Nessun commento ancora

Lascia un commento