Approvato il riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio a seguito della controversia Comune/De Nardo.

Il Consiglio Comunale di Vazzano, dopo ampio dibattito ha approvato con voto favorevole unanime il riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio quantificato in oltre € 100.000,00 (quale risarcimento del danno e per interessi) determinatosi a seguito dell’iter giudiziario della controversia Comune/De Nardo. e concluso con la sentenza della Corte di Appello Catanzaro e notificata all’Ente nei mesi scorsi.

[GARD]

Il Consiglio Comunale ha stabilito che, a seguito del riequilibrio, la copertura della spesa avverrà con le risorse reperite nel Bilancio 2009 ed iscritte al Titolo IV dell’Entrata del Bilancio corrente mediante applicazione dell’avanzo di amministrazione risultante dall’ultimo rendiconto approvato. La sentenza che segue a quella sfavorevole al Comune già in primo grado si riferisce all’esproprio del terreno per la costruzione dell’asilo nido la cui procedura espropriativi non è stata perfezionata nei termini previsti dalla normativa. Pertanto l’occupazione d’urgenza del suolo si è trasformata in abusiva facendo sorgere in capo ai proprietari il diritto al risarcimento dei danni oltre alla rivalutazione e agli interessi.

La discussione introdotta dal presidente del consiglio comunale Tony MAIDA il quale ha sottolineato come in questi ultimi anni l’Ente ha portato avanti un’intensa opera di risanamento economico-finanziario.
Per la minoranza è intervenuto il consigliere CALOIERO Giuseppe che ha condiviso la proposta di deliberazione e la modalità di finanziamento.

Il consigliere URZETTA , già sindaco nel periodo 1995/1999, ha evidenziato come negli ultimi anni l’amministrazione comunale si è dovuta sobbarcare l’onere di pagare debiti fuori bilancio per oltre ottocento milioni di vecchie lire e tutte relative a contenziosi instauratasi negli anni 80 e 90. Tuttavia questo non ha comportato un rallentamento dell’azione amministrativa delle amministrazioni che si sono succedute anche se tali risorse potevano essere meglio impegnate in servizi e infrastrutture piuttosto che pagare danni e interessi.
I lavori sono stati chiusi dal sindaco MIRENZI che ha precisato che il pagamento di questa somma consistente per il bilancio comunale avverrà in tre esercizi grazie all’accordo intervenuti con la controparte. Tutto questo inevitabilmente comporterà delle limitazioni per l’attuale amministrazione che avrà meno risorse da gestire ma tuttavia confida che grazie alla capacità di programmazione e progettazione che in questi anni è stata intrapresa sarà possibile garantire ai cittadini buoni standard qualitativi dei servizi comunali e non solo di quelli.

Il Sindaco
Nino MIRENZI

Nessun commento ancora

Lascia un commento