Censura televisiva

Sabato 19 Dicembre si è svolta una pacifica manifestazione contro il ponte sullo Stretto di Messina.
Ci ho partecipato, ovviamente, perchè credo che non ci sia una sola ragione che giustifichi la costruzione di questo eco-mostro. Alla manifestazione hanno partecipato 20.000 persone,secondo gli organizzatori, e 4.000 a parere del Ministero dell'Interno... Io, che vi ho preso parte, aristotelicamente mi limito a dire che la verità sta a metà strada tra i due estremi.

[GARD]

Cosa curiosa, amici, è che alla fine ci sia scappato pure il morto, ma non per colpa dei "Black block". I detrattori
della manifestazione hanno impaurito un bel pò di gente, paventando il rischio di disordini organizzati dai più facinorosi dei manifestanti, ma a morire è stato l'ex sindaco di Badolato (Cz), appena 50enne, pare una gran brava persona, che ha avuto un malore subito dopo aver parlato dal palco, alla fine del corteo.
La cosa più curiosa, amici, è stata un'altra: la sera del 19 Dicembre nè la Rai nè le televisioni Mediaset hanno parlato dell'evento. Non si doveva forse far  sapere che c'erano migliaia di persone che dissentivano? Bah! La cosa curiosa di questo stano Paese è che a volte in TV tirano fuori bizzarri servizi giornalistici su animali esotici finiti per caso in una boscaglia, o sulle prelibatezze culinarie delle nostre regioni. Sarà forse perchè i poveri boa e i tortellini in brodo non hanno mai avuto il dono della parola?

Buone Feste,
Giovanni

Nessun commento ancora

Lascia un commento