Un catanzarese, l’avv. Antonio Nania, nell’MCL nazionale

Nel corso del recentissimo Congresso Nazionale Movimento Cristiano Lavoratori, tenutosi nei saloni dell’Ergive di Roma, una soddisfacente affermazione si è avuta per la città di Catanzaro con la elezione in consiglio nazionale MCL di Antonio Nania, avvocato catanzarese, militante da sempre nel movimento, che per motivi statutari ha dovuto lasciare l’incarico di presidente provinciale del capoluogo svolto con solerzia e capacità in continum con la vivace milizia di Emanuele Cannistrà che lo aveva degnamente preceduto.

Nell’Unione provinciale per congresso è subentrato Silvestro Giacoppo, giovane di ottima formazione cristiana, molto stimato per il suo impegno e sensibile ai problemi sociali. Cesare Mulè, presidente emerito dell’MCL di Catanzaro, ha presentato una mozione, esito di confronti e dibattiti, ricca di proposte per il bene comune della Calabria, firmata da tutti i delegati regionali, perché sia acquisita come corpus di un percorso di studio e di lavoro comune con il centro nazionale. Insomma , la piccola storia del Mcl catanzarese scorre nel segno della continuità e della innovazione.

Anna Rotundo- MCL Catanzaro
nella foto: da sinistra, l’avv. Nania, consigliere nazionale, il dott.Giacoppo, presidente provinciale MCL Catanzaro, il prof. Cesare Mulè, presidente emerito.

Nessun commento ancora

Lascia un commento