COSENZA JAZZ FEST: DOMANI E’ LA VOLTA DI LEON PANTAREI

GRANDE ATTESA PER LA SECONDA TAPPA DEL FESTIVAL A CASTROVILLARI
VERRA’ PRESENTATO IL PLURIPREMIATO CD "L'ISOLA DELLA POMICE"

Prosegue a gonfie vele il 5° Cosenza Jazz Festival & Musica in Provincia, rassegna musicale a cura delle associazioni culturali Gaia e Picanto realizzata con il patrocinio dell'Assessorato al Turismo e Spettacolo della Provincia di Cosenza e con il contributo di importanti Sponsor privati (primi fra tutti il gruppo La Pietra Costruzioni e Pollino Gestione Impianti Srl), che dallo scorso 19 dicembre sta coinvolgendo nel suo lungo itinerario concertistico e culturale le più belle località della provincia di Cosenza.

Dopo il concerto gospel della splendida cantante americana Mia Cooper - che lo scorso 21 dicembre ha permesso di raccogliere fondi per il finanziamento del 3° progetto di Ippoterapia a cura del CNF della C.R.I. di Castrovillari - e dopo aver fatto tappa in altre importanti località del Cosentino (da Rossano a Diamante, da Cassano a Villapiana), domani sera (martedì 29 dicembre) la kermesse diretta artisticamente da Sergio Gimigliano tornerà a Castrovillari per un altro attesissimo evento, fortemente voluto dall’amministrazione comunale cittadina.

Alle ore 21.30, sul palco del Teatro Sybaris, infatti, salirà il multipercussionista cosentino Leon Pantarei (che oltre a prestigiose collaborazioni in ambito jazz, vanta anche collaborazioni con artisti pop del calibro di Pino Daniele, Mango, Teresa Desio, Mariella Nava, Max Gazzè e altri) insieme agli atri due componenti dell’incredibile trio OMPARTY - il pianista castrovillarese Roberto (Bob) Cherillo e Pasqualino Fulco alle chitarre acustiche (6 e 12 strings) e guitar sinth – per presentare l’album “L’Isola della Pomice”, lavoro uscito pochi mesi fa per la importante etichetta discografica Picanto Records.

Reduce dai recenti successi ottenuti alla Casa del Jazz di Roma, all’European Jazz Expo di Cagliari e al M.E.I. di Faenza (dove ha vinto il prestigioso premio nazionale “Suoni di Confine”, lo stesso consegnato lo scorso anno a Teresa De Sio), Leon Pantarei, insieme ai suoi fedeli compagni di viaggio, nell'ambito del Cosenza Jazz Festival proporrà questo pluripremiato progetto discografico, che, caratterizzato da grande originalità e impatto, partendo da Miles Davis e dal modale finisce per percorrere anche i fascinosi territori del “Folklore immaginario”.

Dopo la grande abbuffata di musica degli ultimi giorni del 2009, il Cosenza Jazz Festival riprenderà il suo tour il 1° giorno del nuovo anno dal Beat, storico Music Club di Cosenza, laddove saranno protagonisti i BLUES POWER BAND, per tornare poi, ancora una volta, a Castrovillari, con l’esplosivo blues degli Hoochie Coochie Men che si esibiranno giorno 3 all’Hemingway Cafè Latino.

Il 4 e il 5 gennaio, invece, sarà la volta dei SO BOSSA, trio formato dalla dolcissima cantante Valentina Calabrese, dal contrabbassista Sasà Calabrese e dal chitarrista Romualdo Panebianco, che si esibiranno, a suon di musica brasiliana, al Caffè Le Mele di San Nicola Arcella e, il giorno seguente, allo Zero360 Club di Rende, mentre la chiusura del festival, in programma nel capoluogo, sarà affidata ad una intensa “tre giorni” dal titolo “3 Miles to Cosenza” (Tribute to Miles Davis) che sarà ospitata all’interno del Teatro Morelli.

Questa sarà una sorta di evento nell’evento.
Sul palco del Morelli, infatti, dal 6 all’8 gennaio 2010, saliranno tutti i migliori musicisti della provincia di Cosenza.

Ognuna delle tre serate sarà caratterizzata da due set che vedranno avvicendarsi sul palco due formazioni (il B.O.S. Trio di Bruno Marrazzo e i RED BASICA il 6; i SOULSIDE di Romualdo Panebianco e i MYSTERIX del chitarrista Massimo Garritano il 7; il trio di UMBERTO NAPOLITANO con ospite il percussionista Tarciso Molinaro e il Trio OMPARTY di Leon Pantarei l’8), ognuna delle quali, su scelta del direttore artistico Sergio Gimigliano, dovrà inserire nel proprio repertorio almeno due brani del jazzista più famoso della storia: Miles Davis, nel 50° anniversario dall'uscita del fondamentale album "Kind of Blue".

Nell’intervallo tra il 1° e il 2° set, nel Foyer del teatro verrà dato spazio alla degustazione di vini in collaborazione con la Fisar di Cosenza (si potranno assaggiare, rispettivamente, i vini prodotti dalle Cantine Tenuta del Castello, Spadafora e Ippolito 1845) e si potranno ammirare le foto della mostra fotografica a tema “Black & White” curata da Antonio Armentano, Francesco Cisario e Tonino Cappellani.

Informazioni per il pubblico:
ASSOCIAZIONE CULTURALE GAIA
Mobile: 340/5730240
E-mail: cosenzajazzfestival@libero.it

Nessun commento ancora

Lascia un commento