E’ un Calabrese il nuovo ambasciatore d’Italia in Argentina

Guido La Tella è il nuovo ambasciatore d`Italia in Argentina
L'amb. Stefano Ronca é stato nominato Direttore generale per la Cooperazione politica, multilaterale ed i diritti umani della Farnesina

ROMA - Su proposta del ministro degli Esteri, Franco Frattini, il Consiglio dei ministri ha proceduto, nei giorni scorsi, ad un movimento di capi missione in undici sedi diplomatiche italiane all'estero. Tra esse anche Buenos Aires, nella quale a Stefano Ronca, attuale ambasciatore, subentrerà Guido Walter La Tella.

Il nuovo Ambasciatore d'Italia a Buenos Aires, Guido Walter La Tella, è nato a Reggio Calabria il 21 novembre 1948, si è laureato in Giurisprudenza all’Università di Milano nel 1971 ed è entrato in carriera diplomatica nel 1974. Tra gli incarichi ricoperti nel corso della carriera dal 1975 al 1983, dopo avere prestato servizio presso la Direzione Generale per la Cooperazione Culturale Scientifica e Tecnica è Secondo Segretario a New Delhi, e Secondo Segretario e poi primo Segretario Commerciale a Londra. Rientrato al Ministero, dal 1983 al 1985 è al Dipartimento per la Cooperazione allo Sviluppo.

Dal 1985 al 1993 è Consigliere Commerciale a Belgrado e Consigliere e poi Primo Consigliere a Washington. Rientrato a Roma, dal 1993 al 1997 è Capo dell’Ufficio per i Paesi dell’Asia e del Pacifico della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo e Capo dell’Ufficio Paesi del nord Africa del Vicino e Medio Oriente della Stessa Direzione Generale.

Dal 1997 è Primo Consigliere alla Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’OCSE in Parigi dove nel 2000 viene confermato con funzioni di Ministro Consigliere. Ministro Plenipotenziario dal 2000, nel 2001 viene nominato ambasciatore ad Addis Abeba, Etiopia.

Rientrato a Roma, nel 2006 è consigliere diplomatico del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. L’ultimo incarico del Ministro Plen. La Tella, lo trova impegnato quale “soussherpa” del G8 presso la Direzione generale per la Cooperazione economica e finanziaria multilaterale, partecipando attivamente alla preparazione dei vari vertici del G8 che si sono svolti in questi mesi di presidenza italiana del Gruppo.

Per quanto riguarda il ministro plenipotenziario Stefano Ronca, attuale ambasciatore d’Italia a Buenos Aires, il Consiglio dei ministri gli ha conferito le funzioni di Direttore generale per la Cooperazione politica, multilaterale ed i diritti umani, cioè l’ufficio politico del ministero. Si tratta di un incarico molto importante nel mondo della Farnesina. Comprensibile quindi la soddisfazione che i collaboratori che si sono congratulati con Ronca, hanno notato nell’ambasciatore.

Altri diplomatici italiani che hanno ricoperto incarichi in sedi dell’Argentina, sono stati nominati ambasciatori in questi giorni.

Gherardo La Francesca, nuovo Ambasciatore d’Italia a Brasilia, è stato primo segretario in Ambasciata a Buenos Aires nel 1981. Tra gli importanti incarichi che ha ricoperto, c’è anche quello di Direttore Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale.

Il console generale d’Italia a Cordoba, Stefano Moscatelli, finita la sua missione nella città mediterranea dell’Argentina, si insedierà ad Harare, capitale dello Zimbawe, quale nuovo ambasciatore d’Italia in quel paese.

D’altra parte in questi giorni si insedierà a Santiago del Cile il ministro Vincenzo Palladino, ex console generale d’Italia a Buenos Aires e poi primo consigliere nella sede diplomatica di Avenida del Libertador.

Infine tra le nomine di questi giorni anche quella ad ambasciatore d’Italia in Congo di Francesco Paolo Venier. Il ministro Venier è nato a Buenos Aires nel 1958, quando il padre, Marco Venier, anch’egli diplomatico, era consigliere e addetto stampa dell’Ambasciata d’Italia a Buenos Aires.

(Fonte: Tribuna Italiana)

Nessun commento ancora

Lascia un commento