Calabria meets Malta: successo del Parco Nazionale della Sila sull’Isola

Si è conclusa sabato scorso l'iniziativa organizzata dal Parco Nazionale della Sila a Malta, presso La Borsa a La Valletta, in collaborazione con il Centro Studio e Ricerche sulle Colture Autoctone della Calabria, presieduto dal Dr. Santino Pascuzzi.

“CALABRIA MEETS MALTA. IL PARCO NAZIONALE DELLA SILA, CUORE VERDE DEL MEDITERRANEO”, questo il titolo dell'evento, ha rappresentato un momento molto intenso di incontro e confronto fra la Calabria, in particolare la Sila, e la Repubblica di Malta.

Il Parco Nazionale della Sila, che rappresenta per Malta il più grande parco nazionale e luogo d'eccellenza per il turismo invernale e non, ha presentato le proprie peculiarità e tipicità, sia per quanto concerne il ricchissimo patrimonio naturale, ambientale e faunistico, sia per quanto connesso alle iniziative ed attività ricreative, sportive, culturali, storiche, legate alla valorizzazione del territorio e della popolazione della Sila.

La promozione e soprattutto la divulgazione della qualità e della competitività dell'offerta turistica rappresentata dalla montagna calabrese, la cui massima espressione è proprio Parco Nazionale della Sila, sono stati al centro di questo evento.

I gioielli del Maestro orafo Giovan Battista Spadafora, la cui azienda è stata rappresentata da Monica Spadafora, Responsabile delle relazioni estere dell'azienda di famiglia, l'esposizione dei preziosi tappeti della Scuola Tappeti Caruso, presentati dal maestro Domenico Caruso, i tessuti di Mario Celestino, hanno notevolmente colpito i visitatori.

Fra gli operatori economici della Sila, era presente anche Massimiliano Capalbo, Responsabile del Marketing e della Comunicazione di Orme nel Parco, società che gestisce il Parco Avventura nel cuore della Sila Piccola, una realtà turistica di importanza notevole per tutto il sud Italia, che richiama ormai numerosi turisti amanti della natura.

Diversi incontri importanti si sono succeduti, quelli con il Presidente della Camera di Commercio italo-maltese, Denise Borg, con alcuni tour operators del posto e con il Presidente della Federazione degli agenti turistici maltesi, Edward Paris.

E' seguito un convegno di presentazione delle attività del Parco, della sua storia e della sua natura. I saluti di Sonia Ferrari, Presidente dell'Ente, ed i ringraziamenti per aver accolto il Parco a Malta in questa esperienza importante in termini di promozione della Sila, hanno preceduto la presentazione del Parco da parte del Direttore dell'Ente, Michele Laudati, il quale ha illustrato le peculiarità, le caratteristiche e le molte iniziative intraprese dal Parco.

Al Convegno sono intervenute alcune fra le Autorità maltesi, fra cui l'Ambasciatore italiano a Malta, Paolo Andrea Trabalza, il Ministro delle risorse degli affari rurali George Pullicino e Richard Muscat, Ambasciatore della Repubblica di Malta.

Ricche di entusiasmo le parole dell'Ambasciatore che, evidenziando il profondo scambio esistente fra Malta e la Sicilia, ha prospettato una reale possibilità di un interscambio fra Malta e la Calabria, in particolar modo la Sila, luoghi peraltro già legati dalle importanti opere di Mattia Preti, e soprattutto molto diversi, e dunque particolarmente allettanti, in termini di offerta turistica.

A conclusione del convegno, agli ospiti è stato dedicato un momento musicale, alla presenza del tenore Albert Callus e del mezzosoprano Marie—Thérèse Vassallo ed un rinfresco, preceduto dalla visita alla mostra e da una degustazione guidata dei prodotti enogastronomici silani in esposizione: i formaggi esposti dal Consigliere del Consorzio di Tutela Caciocavallo Silano DOP, il Professore Giovanni Biafora, le quattro DOP calabresi tutelate dal Consorzio di Tutela dei salumi di Calabria a DOP, i sotto'olio di Alfonso Barrese, i vini dell'azienda vinicola della famiglia Librandi e l'olio della prestigiosa azienda di Roberto Ceraudo.

Nessun commento ancora

Lascia un commento