Resoconto BIT 2010 – San Marco Argentano

 È calato il sipario sulla Borsa più interessante del panorama turistico, la BIT 2010 che in questa edizione ha registrato un aumento del 6% di visitatori. Un’esperienza positiva per il Grand Tour di Itinerario delle Antiche Terre in cui rientrava il Comune di San Marco Argentano. Una buona intuizione per l’amministrazione diretta da Alberto Termine, perché in questa edizione si è potuto notare una massiccia affluenza di viaggiatori alla ricerca di pacchetti turistici convenienti, che gli consentano di visitare il maggior numero di posti con un esborso minore. “Non è mia abitudine apparire presuntuoso con il mio dire – esordisce con orgoglio il sindaco – ma la mia cittadina alla Borsa Internazionale del Turismo ha espresso tutto il meglio di sé, tanto è vero che tutti gli avventori si sono mostrati altamente interessati al pacchetto turistico preparato per l’occasione: un “free guestbook”, utile per proporre il nostro turismo...in tasca”.

[GARD]

 Sono state, infatti, presentate delle guide tascabili che hanno racchiuso un esaustivo pacchetto turistico della durata di una settimana e che è stato distribuito ai tour operator e ai cral, nonché ai tanti visitatori della BIT. La presenza di San Marco Argentano è stata un grande successo, corredata dall’illustrazione di un percorso raccontato e guidato con dovizia di particolari. “Abbiamo presentato un lavoro certosino – ha riferito la consigliera comunale Alessandra Solamo – elaborato con l’aiuto del presidente della locale Pro Loco e che ha attirato l’attenzione e l’interesse di migliaia di visitatori, anche di un certo prestigio come Vittorio Sgarbi”. Presente alla fiera di Milano anche l’assessore al bilancio, Federico Bruno, che ha così riferito: “La città normanna, forte dello slogan “una scheggia di medioevo tra cripte ed abbazie”, ha fatto incetta di presenze e si è mostrata orgogliosamente ai tanti avventori con la sua punta di diamante, la Torre Normanna, che ha campeggiato su ogni parete dello spazio espositivo in versione notturna, circondata da una luce ambrata che la rendeva davvero magica. Attraverso i tanti contatti diretti che abbiamo potuto rintracciare, puntiamo adesso a promuovere il nostro territorio perché la Valle dell’Esaro merita maggiore attenzione di quanto ricevuto sinora”. L’assessore, inoltre, si è concesso sorridente ai tanti ciak dei fotografi, in particolare con il Presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero. Avvolto in una sciarpa multicolore e celato dietro un paio di lenti colorate anche Tullio de Piscopo ha fatto la sua apparizione nello stand di San Marco Argentano. Il cantante napoletano, dopo aver firmato autografi e dispensato battute e sarcasmo partenopeo, incuriosito dalle bellezze della cittadina normanna, si è fermato a lungo ad informarsi con il sindaco Termine sulla località cosentina. Lo stesso ha fatto Maria Perrusi, Miss Italia e nostra corregionale, che ha ricevuto l’invito del primo cittadino a visitare la bella località dell’Esaro. “Partecipare ad una vetrina così importante – ha riferito l’altra consigliera comunale presente, Antonella Iannoccaro – ha ampiamente confermato le aspettative di noi amministratori. Il turismo rappresenta una delle potenzialità del nostro territorio e una possibilità di crescita e di occupazione che non ho mai sottovalutato. La volontà di questa amministrazione e del suo sindaco è quella di assicurare un futuro a questo segmento, predisponendo nuove azioni per quanto riguarda le politiche di incoming e nuove strategie nell’ambito dell’accoglienza, che metta la nostra cittadina al centro del sistema turistico regionale”. Il fine della presenza di San Marco Argentano alla BIT 2010 è stato quello di mantenere viva l’attenzione di tutti i soggetti che potranno in futuro contribuire a dare nuovo e maggiore impulso al turismo locale. Un insieme di valori naturalistici, storici e culturali che fanno della cittadina normanna un luogo dai tratti suggestivi ed incantevoli, ma ancora poco sconosciuti.

Nessun commento ancora

Lascia un commento