Da San Sosti l’invito a Bevacqua di andare avanti nel processo di rinnovamento della politica.

COSENZA – (vl) Sala comunale di San Sosti stracolma di amministratori, dirigenti di partito e cittadini comuni di tutta la zona dell’Esaro per l’incontro tenuto da Domenico Bevacqua, candidato nella fila del Partito democratico alla prossima competizione elettorale del 28 e 29 marzo prossimi per il rinnovo del Consiglio regionale. Presenti, tra gli altri, anche il segretario del PD di Malvito, Gianni Orefice e i dirigenti del partito di Mottafollone.

[GARD]

Ha introdotto i lavori l’ex sindaco di San Sosti, Enzo Bruno il quale dopo avere parlato del progetto del PD e dell’importanza dell’imminente tornata elettorale ha motivato il suo sostegno a Mimmo Bevacqua sostenendo che “bisogna puntare su una figura nuova, al quale riconosciamo l’ottimo lavoro svolto in questi anni nell’Amministrazione provinciale di Cosenza e soprattutto riconosciamo le indiscusse qualità umane, politiche e amministrative”.

Bevacqua ha concluso l’incontro e ha esordito dicendo che “per potere veramente cambiare le cose, bisogna innanzitutto prendere coscienza degli errori commessi e chiedere scusa pubblicamente: fare anche autocritica, durante una campagna elettorale, significa avere rispetto della gente. Occorre invertire la rotta puntando su un lavoro di squadra e non individuale: è la strada da inseguire se si vuole veramente la crescita della Calabria”. In conclusione il candidato Mimmo Bevacqua ha ribadito, come sta facendo durante i suoi incontri, che “la politica è uno strumento importante per la crescita della comunità. E pertanto bisogna tornare al senso vero dell’impegno politico recuperandone i valori e i principi cardini: l’umiltà e la determinazione nello stesso tempo. Facendo ciò – ha concluso Bevacqua – si recupererà il rapporto di fiducia con la gente e soprattutto riuscirà a fare riaccendere qualche fiammella negli occhi spenti di tanti giovani della nostra provincia”. 

Nessun commento ancora

Lascia un commento