Slalom del 3 ottobre 2010 serrastretta

Automobilismo a Serrastretta
A Polizzi il Trofeo Dalida al 9 Slalom del Monte Condrò. Per il secondo anno consecutivo Domenico Polizzi si aggiudica il trofeo Dalida sulle “birillate” del percorso della nona edizione dello Slalom del Monte Condrò con la sua ELIA AVRIO ST09. Al secondo posto anche su ELIA AVRIO ST09 EVO il pilota Gaetano Piria che dall’alto della sua classe era giunto a Serrastretta in cuor suo convinto di strappare il primo posto al suo amico rivale Polizzi. Il risultato fotocopia dell’edizione del 2009 ha dato ragione ancora una volta al pilota di Adrano.

[GARD]

Chi non ha di certo avuto deluse le proprie aspettative è il professore Leonardo Elia che ha visto le quattro auto della sua azienda di Simeri Crichi, le Elia Avrio, piazzarsi ai primi 5 posti: primo Domenico Polizzi, secondo Gaetano Piria, quarto Tommaso Elia, quinto Giuseppe Rubino. Ad interrompere la sequenza nella terza postazione si è collocato Antonio Nostro su una Ermolli Suzuki.
Professor Elia possiamo definire la sua azienda la Ferrari Calabrese? Non giunge risposta ma dal suo sorriso si coglie l’orgoglio di chi lavora quotidianamente con passione e vede coronati i propri sforzi in una terra difficile come la nostra.
Assente alla manifestazione, per motivi familiari il presidente dell’associazione Dalidà Francesco Fazio, la soddisfazione viene espressa dal vice Antonio Fazio da Antonio Molinaro ed Angelo Aiello che lo ha sostituito nel dare il benvenuto alla commissione sportiva al suo insediamento.
Angelo Aiello dichiara di essere fiducioso di poter meritare la riconferma della titolazione 2011 a coppa CSAI Sesta zona che verrà comunicata a breve termine con le note dell’Osservatore Nazionale CSAI dottor Pasquale Basile presente alla manifestazione con il compito preciso di verificare che tutto sia svolto nei termini del regolamento.
La partenza in orario dei 71 piloti verificati su 92 iscritti fa dello slalom del 3 ottobre una delle edizioni migliori sulle nove fin qui svolte dalla sua istituzione.
L’ottima prestazione del socio Dalida Fernando Roperto con fiat Punto JTD, di Francesco Scalise su Fiat 500 e il ritorno alle corse dopo due anni di assenza di Michelino Maruca su Renault Clio danno la dimensione di come la passione per le corse sia diffusa nel piccolo paese della presila catanzarese
La premiazione al termine della gara nell’anfiteatro Dalida che sorge in piazza Aldo Moro presente il sindaco di Serrastretta prof Renato Mascaro. La gara, premiazione inclusa e’ stata trasmessa in diretta via web, a fare da spiker due soci, Daniele Lo Faro e Maria Antonietta .
Anche quest’anno un elegante opuscolo raccoglie la testimonianza dei numerosi sponsor che hanno patrocinato la manifestazione oltre che le notizie della gara e del paese al fine di lanciare un messaggio positivo sul comune di Serrastretta da sempre conosciuto per la sua accoglienza per l’artigianato della sedia e per aver dato i natali a Dalida.
Come nota a conferma che l’associazione Dalida gestisce anche lo Slalom automobilistico ma si muove in generale per la promozione del territorio nel nome dell’illustre artista di origine serrastrettese Iolanda Cristina Gigliotti in arte Dalida, la piacevole sorpresa della donazione di un pregevole dipinto del quale l’artista palermitano Pippo Madè ha omaggiato la Casa museo Dalida . L’opera il volto luminoso di Dalida e’ stato portato dal figlio dell’artista Rosario Lo Cicero che ha partecipato alla competizione ma un’avaria al motore lo ha privato della soddisfazione dir un buon risultato.
Un ringraziamento da parte del comitato organizzatore all’amministrazione comunale di Serrastretta .alla Provincia di Catanzaro, alla Regione Calabria alla Prefettura, ai vigili del Fuoco, alle forze armate ed in particolare ai Carabinieri, alla Croce Rossa, ai volontari della protezione civile, all’associazione libera Caccia a tutti i tecnici che a vario livello hanno garantito la buona riuscita di questa nona edizione dello Slalom di Serrastretta, all’Aci di Catanzaro ed al presidente Eugenio Ripepe che, pur velocemente a causa dei suoi impegni è passato per i saluti.

Nessun commento ancora

Lascia un commento