Inno di S. Martino di Tours

di Domenico Caruso

L'Inno di S. Martino è stato composto nel 1917, dopo un evento prodigioso, da Don Giulio Celano (1875-1945) che per 45 anni fu parroco dell'omonimo paese.
Raccolto e pubblicato, per la prima volta, da mio padre Rocco Caruso (1904-2000) è stato da me adattato alla musica del noto Maestro Oronzo Talenti.
Quindi, depositato alla SIAE, è stato richiesto ed eseguito da bande musicali nonché dalla Schola Cantorum di numerose parrocchie di tutta Italia.
Su Internet figura nella sezione tradizioni calabresi del sito www.pietates.it.
Per comodità di quanti ancora desiderano dedicarlo al grande Santo della Carità riportiamo, qui di seguito, le parole e la musica.

[GARD]

Inno di S. Martino

Testo di Domenico Caruso

da S. Martino di Taurianova
Musica di Oronzo Talenti

I Strofa:

O glorioso San Martino,
nostro grande Protettore,
il Tuo popol sempre chino
rende grazie al Redentore.
 

Ritornello:
Ebbe esso tanti mèriti
sol con Te per avvocato,
tra gli assalti impertèrriti
dei nemici ch’hai assediato.
La Tua grande carità
Ti spogliò del Tuo mantello,
per coprire la nudità
d’un cencioso poverello.


II Strofa:

I miracoli son grandi
e prodigi d’ogni sorta,
nei pericoli s’accresce
la fiducia di Tua scorta.

Ritornello:

Ti preghiamo, San Martino,
di assisterci ogni istante
e con petto adamantino
vola in mezzo a noi festante.
Ed un dì ci unirem
a cantar con Te nel Cielo
le Sue glorie al Redentor
che godremo senza velo.

Finalino:

O San Martino,
Nostro Patrono,
sia gloria a Te…

Nessun commento ancora

Lascia un commento