La Valle dell’Esaro e del Crati insieme per il Carnevale

 Rimane sempre valido il motto “l’unione fa la forza”. Specialmente quando si tratta di combinare come un’unica grande manifestazione di spettacolo le tante iniziative che si offrono nei comuni della provincia di Cosenza nel periodo del Carnevale. In questo caso, le associazioni “Il Sorriso” e “Circolo delle Aquile”, le pro-loco e le amministrazioni comunali di San Marco Argentano, Roggiano Gravina, Tarsia e Terranova da Sibari si ritroveranno ad organizzare insieme una serie di iniziative itineranti, che consentiranno alle quattro comunità di confrontarsi, conoscersi e ritrovarsi per dei momenti di divertimento e goliardia.

 Sotto il nome di “Carnevale delle Valli”, si terranno nei comuni interessati quattro giornate di sfilate carnevalesche, fatte di carri allegorici, gruppi in maschera e singole persone, con premi e riconoscimenti che valorizzeranno il lavoro presentato. Un modo intelligente di promozione del territorio e di fusione culturale ed economica delle comunità coinvolte. Una base di lavoro sinergico, attivato da gruppi privati e pubbliche amministrazioni, che può rappresentare un modello di sviluppo economico e turistico per i territori della Valle dell’Esaro e della Valle del Crati. Tutti i soggetti che hanno elaborato questo progetto, ognuno per il proprio comune, sono da sempre impegnati nella realizzazione di eventi tesi alla valorizzazione del proprio patrimonio turistico, artistico, culturale ed enogastronomico. Adesso, dopo questa prima esperienza di evento territoriale, la speranza è che si potrà ampliare l’attività di promozione dei propri comuni, coinvolgendo tutte le associazioni e le parti attive della cittadinanza in un lavoro di sviluppo territoriale che consenta l’emersione delle tante potenzialità locali inespresse. Tra qualche settimana, il programma delle quattro giornate verrà ufficializzato ed illustrato nel corso di un’apposita conferenza stampa, cui parteciperanno i rappresentanti delle associazioni, delle pro-loco e delle quattro amministrazioni comunali coinvolte. Ultima considerazione, ma non per ordine d’importanza, è che le manifestazioni carnevalesche comprendono anche un altissimo valore sociale, in quanto favoriscono l’integrazione tra soggetti che di solito non frequentano gli stessi ambiti. Senza considerare le svariate possibilità, volutamente inserite in questo progetto di promozione territoriale, di far incontrare e crescere insieme le tante persone diversamente abili e cosiddette normodotate che fanno parte delle associazioni coinvolte. Ragioni imprescindibili per le associazioni che hanno organizzato questo “Carnevale delle Valli”, il cui unico scopo è quello di favorire lo sviluppo del territorio contestualmente alla crescita sociale degli abitanti che vi risiedono.

VALERIO CAPARELLI
Responsabile Ufficio Staff del Sindaco

Nessun commento ancora

Lascia un commento