Digital Divide: il Governo sblocca 100 mln di euro dai fondi FAS

L' Agcom ha dato l'Ok ai test dell'offerta 100 Mbs di Telecom Italia, finanziata con 100 Mln di euro sottratti ai fondi FAS (fondo per le aree sottoutilizzate,di cui l'85% è destinato alle infrastrutture e allo sviluppo del Meridione), non per ridurre il divario tra Nord e Sud sia esso in termini di servizi reali con infrastrutture fisiche sia in termini digitali con infrastrutture virtuali. E'' noto a tutti che il Mezzogiorno è messo male in tutti i sensi. Se tali fondi esistono con l'attuale denominazione, ci sarà pure un motivo. 

Purtroppo non sentiamo spesso notizie in merito alla spesa di questi soldi per problematiche del meridione. Sentiamo invece più volte voci istituzionali del Nord dire che il Sud non sa spendere. Tutti ricordiamo come qualche anno fà, ingenti somme del capitale FAS furono destinati a salvare gli allevatori del Nord per regolarizzare le quote latte o a salvare i conti di alcune amministrazioni comunali mal gestite.

Oggi con una fastidiosa propaganda, 100 Mln dei fondi FAS sottratti al Sud, vanno a finanziare opere per il resto del paese, infatti sembra che l'offerta di Telecom Italia prevede la connessione in larga banda a 100 Mbs in 6 città Italiane. Volete sapere quali? Le prime città in cui Telecom Italia intende distribuire il servizio sono Milano, Roma, Torino, Venezia, Bari, Catania, anche se solo in cinque di queste (allo stato attuale) potrà fare la sua offerta. Chissà quale città rimarrà fuori? Bari o Catania? Siamo proprio curiosi...

Il ministro Tremonti con un iniziativa che non discutiamo affatto, nei giorni scorsi ha potuto constatare con mano, lo stato dei trasporti e delle vie di comunicazione nel Mezzogiorno, qualcuno lo ha invitato a ripercorrere lo stesso percorso fra qualche giorno, senza sbandierarlo in anticipo alla rosa dei venti. Forse potrà farsi un idea MIGLIORE  e magari lo aiuterà meglio nelle prossime decisioni di politica economica a favore di questa parte del paese, ma tutti sappiamo che lui e tutti i suoi colleghi la Questione Meridionale la conoscono  bene, perchè è più vecchia dei loro nonni, quindi noi lo invitiamo a evitare il viaggio, se lo stesso sarà finanziato con i fondi FAS.

Ritornando alla fastidiosa propaganda, si vuole far intendere agli italiani che finalmente potranno vedere la tv via internet, magari fosse vero e magari in tempi rapidi per tutto il paese. Questa operazione annunciata come azzeramento del digital divide non fa altro che aumentarlo, perchè crescerà il gap fra chi viaggerà a 100 Mbs e chi invece ancora non riesce a superare i 56 Kbs.

Telecom Italia beneficiaria dei fondi FAS, si impegna a portare la banda larga dappertutto a velocità sempre maggiori, ma al di là di questi messaggi propagandistici, che fanno conoscere le grandi capacità di questa azienda, dobbiamo far presente che in Calabria, la stessa Telecom Italia impiega più di 40 giorni ad attivare una nuova utenza Adsl laddove esiste già la copertura del servizio, più di 3 giorni a riparare un semplice guasto adsl - se tutto va bene, ben 4-5 mesi a sistemare la fibra ottica su linee aeree con pali caduti, nonostante le numerose denuncie ecc ecc.

Comunque in tutto questo Telecom  Italia, è in grado di lanciare di tanto in tanto prodotti e servizi commerciali (meritevoli per paesi come gli USA o il Giappone), come l'ultimo nato Cubovision oppure ricorderete Rosso Alice, prodotti il cui target siano utenti in grado di navigare con una connessione adeguata e libera da ogni imprecazione (purtroppo non in Calabria), ma che alla fine per il successo nel mercato lasciano il tempo che trovano.

Infine invitiamo tutti i rappresentanti politici meridionali ad attivarsi e spendere i bene i fondi FAS, prima che questi svaniscano del tutto e con loro anche il nostro territorio meridionale, considerato che se non fosse per il Mediterraneo che ci separa dall'Africa, di benessere occidentale ci rimarrebbe ben poco.

In attesa che si compia il miracolo di connettersi ad internet senza imprecare e che la 100 Mbs diventi una realtà per tutti, auguriamo una buona navigazione.

1 Comment

  1. Test
    <strong>Speed test</strong><br />Un ottima soluzione tutta italiana è test adsl velocità (www.testadslvelocità.com) un sito con ottime spiegazioni sulla banda larga e un test molto preciso. Pizzo

Lascia un commento