GIANNI ALEMANNO: “DOMENICO NACCARI E’ IL NOSTRO AMBASCIATORE NEI RAPPORTI CON LA CALABRIA E CON SCOPELLITI”

 Lo ha detto il sindaco di Roma intervenendo al Teatro Quirino al Gran Galà delle Eccellenze Calabresi

[GARD]

ROMA 22 FEBBRAIO 2011 - “Domenico Naccari è il nostro Ambasciatore nei rapporti con la Calabria e con Giuseppe Scopelliti”. E’ quanto ha affermato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, intervenendo al Gran Galà del Made in Calabria, svoltosi ieri sera al Teatro Quirino e promosso con il patrocinio di Roma Capitale, 

Davanti a oltre milleduecento persone il sindaco Alemanno ha elogiato Naccari per “l’ottimo lavoro svolto in questo anno” e assicurato attenzione a tutte comunità regionali che vivono nella Capitale, in particolare i 500 mila calabresi che si sono distinti, ha aggiunto il sindaco “per la capacità di integrarsi e per il contributo che danno ogni giorno alla crescita economica e culturale di Roma” . Uomini e donne che da anni operano a
Roma portando nel cuore la bandiera della loro terra d’origine senza mai smarrire lo spirito identitario. Per questa ragione, ha osservato il sindaco Alemanno, “sono convinto che si possa arricchire la comunità romana mantenendo la propria identità”. Ieri sera è stato il Galà dell’orgoglio dei calabresi a Roma.
Un “universo” che vuole affermare con tenacia il suo ruolo nell’economia romana e nazionale, con l’obiettivo di mostrare la vera immagine della Calabria: quella positiva che esprime eccellenze in molti settori produttivi e con i suoi talenti ha conquistato un ruolo di primo piano in tutti gli apparati pubblici e
privati. “Da quando ho avuto questa importante delega – ha detto nel suo intervento Domenico Naccari - ho lavorato per unire e valorizzare la mia regione. Abbiamo realizzato eventi di grande richiamo coinvolgendo le migliori energie economiche e culturali della nostra regione. I successi di questi eventi mi
hanno spinto ad andare avanti convinto che qualcosa di buono è possibile costruire per la nostra regione. Una Calabria – ha aggiunto l’esponente politico - che vuole mostrare la sua reale identità fatta di antichi valori e tradizioni, uomini e donne che con lo studio e l’impegno si sono distinti e si distinguono nelle arti, nelle scienze e nei vari campi del sapere, per efficienza, l’operosità, la qualificazione e l’ostinazione. La Calabria, grazie anche al mio costante impegno, ha la possibilità di farsi conoscere per quello che di buono possiede: un patrimonio umano, storico, artistico e paesaggistico di grande valore che sono risorsa non solo della Calabria ma dell’Italia intera ed in particolare di Roma, la città che ha accolto con generosità la
comunità calabrese. Questa serata – ha concluso Naccari - non è altro che una vetrina importante attraverso cui rilanciare l’immagine della regione, valorizzando quei talenti e quelle menti esportati in tutto il mondo. Questo progetto deve servire da volano per creare sviluppo in questa terra piena di attrattive e per incoraggiare la sua gente a lavorare per la propria comunità e per la Calabria”. Nel corso della kermesse, sono stati premiati personaggi di origini calabresi, come il presidente dell’Abi, Giuseppe Mussari, l’astrofisica di fama mondiale, Sandra Savaglio, il cantautore Peppe Voltarelli e Pier Francesco Pingitore, autore e regista televisivo. Sono stati tanti i personaggi di rilievo presenti in platea. Tra questi, fra gli altri, il dott. Alberto Ruffo, Consigliere di Stato della Presidenza della Repubblica, l’alto esponente ecclesiastico, S.E. Monsignor Tricarico, la consulente del Ministro degli Esteri Franco Frattini, dott.ssa Katia Chiaravalloti, il dott. Marcello Vitale, presidente della Corte d’Appello di Roma, il dott. Elio Costa, Procuratore presso la
corte d’Appello di Roma, il consigliere regionale della Calabria, on. Nazareno Salerno, l’assessore regionale alla Cultura della Calabria, prof. Mario Caligiuri, i parlamentari calabresi on. Giovanni Dima e sen. Franco Bevilacqua, e poi i presidenti ei rappresentanti delle associazioni culturali calabresi di Roma e il presidente con gli associati di “Amici della Sicilia”. La serata è stata condotta dal giornalista Piero Muscari, ideatore e direttore artistico del Premio “Galà delle Eccellenze Calabresi” .

Nessun commento ancora

Lascia un commento