Convegno nella comunità Arbereshe di Spezzano Albanese (Cs) 2 marzo

La scuola e i Beni Culturali per raccontare il contributo degli Italo – Albanesi al Risorgimento e all’Unità d’Italia
Un incontro istituzionale nel pieno della dialettica culturale

[GARD]

I lavori coordinati dalla Dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo della Comunità di Spezzano Albanese saranno conclusi dal Consulente Culturale Presidenza della Camera dei Deputati per i 150 anni dell’Unità d’Italia e responsabile Minoranze Linguistiche del MiBAC Pierfranco Bruni

“Gli Arbëreshë e l'Unità d'Italia” è il tema del convegno che si terrà mercoledì 2 marzo a Spezzano Albanese (Cs). L'appuntamento, nell'ambito dei festeggiamenti del 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia, servirà a fare chiarezza sul ruolo delle minoranze etnico-linguistiche, nello specifico quella arbëreshe, in questo particolare processo storico che ha unito, sotto un'unica bandiera, le regioni italiane.

Anche la cittadina di Spezzano, in questo senso, ha avuto un ruolo preciso fornendo alla causa garibaldina anche uomini di illustre valore come Vincenzo Luci, Antonio Nociti e Gennaro Cassiani.
A promuovere la serata è l'Istituto Comprensivo Statale spezzanese, in collaborazione con le Associazioni Culturali MeEduSA, Bashkim e Sipario, guidato dalla Dirigente Scolastica Rosina Costabile.

«Crediamo che sia di fondamentale importanza aderire alle celebrazioni del 150° dell'Unità d'Italia -ha asserito il capo d'istituto-. Soprattutto perché Spezzano, oltre ad avere avuto un ruolo nel processo di unificazione, così come tanti altri paesi albanofoni, ha anche ospitato “l'Eroe dei due Mondi” l'1 settembre 1860».
La location in cui si svolgerà l'evento sarà l'Aula Magna della Scuola Media, dove, a partire dalle ore 18.30, saranno chiamati a intervenire, dopo i saluti del sindaco Giovanni Cucci, l'Ispettore Dirigente Tecnico del Ministero Iur Francesco Fusca, il Cultore di storia locale Francesco Marchianò, e don Vincenzo Longo, già parroco della cittadina arbëreshe e storico.

La serata, coordinata dalla stessa Dirigente Costabile, vedrà le conclusioni di Perfranco Bruni, Consulente culturale della Presidenza della Camera per i 150 anni dell'Unità d'Italia e Responsabile del Ministero dei Beni Culturali per il progetto Etnie e Unità d'Italia.
«Bisogna rileggere il quadro storico pre Unità d'Italia -afferma Bruni- e il coinvolgimento nel progetto risorgimentale delle comunità di lingua e di etnia arbëreshe. Queste comunità, infatti, pur portandosi dietro una appartenenza culturale e valoriale importante, sono riuscite a svolgere un compito di estrema importanza e di collante con i Paesi Italo - Albanesi, tanto che Garibaldi trovò ospitalità in queste comunità all'insegna del tricolore».
Nel corso dell'evento, patrocinato dal MiBac e dal Comune di Spezzano Albanese, verrà presentato il volume “Spezzano Albanese per l'Unità d'Italia (1848-1866)”, mentre i ragazzi dell'Istituto comprensivo allieteranno gli interventi con musiche e canti del periodo storico in esame.

Nessun commento ancora

Lascia un commento