Ferma e pressante l’esortazione, urlata da Giulio Tremonti ai Sindaci :”Tagliate le spese e le consulenze, riducete le auto blu ! !”.

Parole, sinora, cadute nel vuoto, a Cosenza, dove si è formata una giunta, guidata da un Sindaco,Mario Occhiuto, fratello di un "peone" UDC alla Camera, che Pier Ferdinando Casini ha imposto a un tutt'altro che entusiasta governatore della Calabria e coordinatore regionale del PDL,l'ex finiano Peppe Scopelliti.

Dopo i gettoni di presenza, concessi all'autista di famiglia, neo-consigliere comunale, il Sindaco (UDC) ha imbarcato un plotone di dispendiosi collaboratori esterni. La spesa totale si aggira sui 460 mila euro.Secondo l'opposizione di centro-sinistra, si tratta di nomine, che "si propongono di sopperire a una giunta depotenziata, mentre sarebbe stata opportuna una riduzione delle spese rispetto al passato".
Sono 8 le assunzioni, a tempo determinato, di esterni al Comune. Il successore di Salvatore Perugini (PD) ha deciso di formare un proprio pletorico staff personale, con collaboratori di assoluta fiducia della sua famiglia, integrando la dotazione organica del gabinetto del Sindaco, che comprenderà 5 dipendenti comunali e 10 collaboratori esterni a tempo determinato.
Per le casse del Comune, già in vertiginoso deficit,l'impegno di spesa si aggirerà intorno ai 460 mila euro all'anno.
Giustificato il malumore dei dipendenti comunali, che continueranno a percepire lo stipendio, ma dovranno limitarsi a recarsi in ufficio, bighellonare in corridoio e leggere il "Corriere dello Sport".
Occhiuto ha nominato un nuovo capo di gabinetto ( emolumenti annui, lordi, di 60 mila euro), un nuovo capo della segreteria(52.767 euro), un addetto alla segreteria(42260 euro).
Il Sindaco, inoltre, non ha separato, come avrebbe dovuto, la sua florida professione di architetto dalla guida dell'amministrazione, portando al Comune non pochi collaboratori del suo studio. Ecco, dunque, Elisa Crivellone, che dovrà svolgere "funzioni di supporto al Sindaco per eventi culturali e rapporti con organismi nazionali e internazionali" (Quali ? l'ONU ? La Nato ? La Presidenza degli Stati Uniti ?): stanziati, per lei,35.785 euro.
Non è stato, doverosamente, dimenticato un ex dirigente della vecchia DC di Cosenza, Franco Bisogno,pensionato, che avrà "funzioni di supporto al Sindaco per l'attuazione del programma e i rapporti istituzionali"(25.123 euro).
Alla affollata segreteria, il Sindaco ha aggiunto l'assunzione di una propria portavoce(o "portasilenzi"?), nonostante tutti i precedenti primi cittadini si fossero avvalsi dell'Ufficio Stampa del Comune, formato da 3 validi giornalisti professionisti. Per questa indispensabile collega, è previsto uno stipendio annuo di 28 mila euro.
Altri soldi, il Municipio cosentino dovrà sborsare per pagare gli stipendi di dirigenti nuovi di zecca, esterni al Comune :Lucio Sconza (Personale),Domenico Cuconato(Lavori Pubblici) e Lorenza Tucci(Urbanistica), proveniente dallo studio professionale di Occhiuto. Ovviamente, gli ex dirigenti, esautorati dalla giunta, non faranno nulla,ma continueranno a percepire i rispettivi stipendioni.
Perchè non reperire le persone necessarie tra i dipendenti del Comune,visto che tra di loro non mancano la professionalità e la competenza ?
Pietro Mancini
Giornalista, già Sindaco CS

Nessun commento ancora

Lascia un commento