Poesia, storia e natura nelle collane tematiche dell’Ente Parco d’Aspromonte edite da Laruffa

Sono quattro le “Collane del Parco”, edite da Laruffa per l’Ente Parco nazionale d’Aspromonte, i cui nuovi titoli sono in uscita nelle prossime settimane.

[GARD]

Quattro i percorsi tematici: “Poesia in vernacolo”, “L’Aspromonte tra storia e fede”, “Natura e paesaggi in Aspromonte”, “L’Aspromonte tra testimonianza e memoria”. Due i volumi, particolarmente curati e rifiniti, già presenti nelle librerie:

 “L’Aspromonte in vernacolo” di Giovanni Favasuli e “Monaci e monasteri italo-greci nel territorio di San Luca”, di autori vari. Sono, invece, di imminente uscita “I giganti della memoria di San Giorgio di Pietra Cappa”, autori vari, e “Bova, un itinerario nella storia”, a cura del “Centro di programmazione culturale mediterranea”; mentre è prevista per novembre la pubblicazione di “Storia e vita di San Leo”, di Pasquale Faenza e Francesca Tuscano.

Nella raccolta di versi “L’Aspromonte in vernacolo” di Favasuli, pluripremiato poeta di Africo, il paese, le tradizioni e i riti, la povertà e il dramma eterno dell’emigrazione si fanno poesia di intenso lirismo. Un cd, allegato al volume, comprende dieci poesie recitate dall’autore e quattro musicate e cantate, grazie alla collaborazione di Peppe Platani e Paolo Sofia dei “QuartAumentata”, di Peppe Stilo e della cantante Lucia Catanzariti.

“Monaci e monasteri italo-greci”, attraverso gli atti di un interessante convegno, ripercorre la “Calabria Santa”, raccontata da Alvaro, che, come sottolinea il presidente del Parco, Leo Autelitano, nella sua prefazione, “trova in Aspromonte, forse più che altrove, la sua più compiuta rappresentazione”.

E’ invece un volume sugli alberi più imponenti e rappresentativi dell’agro di San Luca, “I giganti della memoria”, ricco di foto e notizie storiche.

Libri di grande interesse culturale, quindi, ma, dicevamo, pure preziosi per la cura formale che li caratterizza e la ricchezza di immagini a colori, diffusi a prezzi popolari con l’intento di giungere a un vasto pubblico di lettori affascinati dalle mille magie del Parco, dei suoi paesi e della sua storia.

Nessun commento ancora

Lascia un commento